Skip to content

Il professore Marvin Herndon non si arrende

marvin2

Dopo essere stato minacciato ed obbligato a ritirare il suo precedente e noto lavoro “Peer reviewed scientific evidence exposes chemtrail as crime against humanity” visionabile qui : https://koenig2099.wordpress.com/2015/09/16/peer-reviewed-scientific-evidence-exposes-chemtrail-as-crime-against-humanity/
il nuovo studio del professore indica una deliberata intenzione di provocare il riscaldamento globale e lo scioglimento dei ghiacciai.
marvin1

Pubblicato in The International Journal of Science Geography, Ambient and Earth

9 (1): 1-11,2017; Articolo no JGEESI.30834 – ISSN: 2.454-7.352 – www.sciencedomain.org

J. Marvin Herndon, Transdyne Corporation, 11044 Red Rock Drive, San Diego, CA 92131, USA

Contributi dell’autore: Manoscritti progettati, analizzati, interpretati da egli stesso.

Informazioni sugli articoli :

DOI: 10,9734 / JGEESI / 2017/30834

Editore : Anthony R. Lupo, Land Department, scienze ambientali e scienze atmosferiche, University of Missouri, Columbia, Stati Uniti d’America.

Condiviso da :

Nicola Scafetta, Federico II Università di Napoli, Italia.

Mohammed Suleiman Musa Yar’Adua Università Umaru, Katsina, in Nigeria.

Olawale Abyei, Obafemi Awolowo, Nigeria.

storia completa del peer review: http://www.sciencedomain.org/review-history/17665

L’ articolo di ricerca è stato ricevuto il 2 dicembre 2016, accettato il 24 gennaio 2017 e pubblicato il 29 gennaio 2017

riassunto :

Obiettivi : Intorno al 14 febbraio 2016, una sostanza oleosa simile alla cenere, è stata rilasciata accidentalmente da un aereo, depositandosi su sette case ed i veicoli adiacenti del Comune di Harrison (Michigan – USA). Gli obiettivi di questo studio sono stati di analizzare questa sostanza, e con i risultati ottenuti determinare l’uso previsto della sostanza.

Metodologia : Analisi di spettroscopio di massa a plasma induttivo (ICP-MS) e microscopio elettronico a scansione (SEM) e X-ray (EDX) della sostanza caduta.

Risultati : La sostanza caduta comprende un complesso di materiale vegetale miscelato con ceneri di carbone volatile e sale. La caduta di questa sostanza su veicoli, strada e tetti, assomiglia alle macchie nere/grigie osservate sui ghiacciai che scompaiono in tutto il mondo. La sostanza oscura somiglia, in una certa misura, alla cenere naturale e sembra imitare le ceneri di carbone che conferiscono quel colore grigio scuro, assorbendo la luce solare, sciogliendo il ghiaccio e contribuendo al riscaldamento globale.

Conclusioni : I risultati di questo studio forniscono la prova che si tratta di un deliberato tentativo di accelerare lo scioglimento dei ghiacciai e quindi accelerare il riscaldamento globale. Così, questo studio conferma l’effetto di questi spray spruzzati ogni giorno nella troposfera ed osservati in tutto il mondo. Inoltre, l’autore ha dimostrato che la materia prima utilizzata in questi spray il cui scopo evidente è quello di aumentare il riscaldamento globale è costituito da ceneri leggere. Gli scienziati di tutto il mondo sono attesi per presentare ricorso, e richiedere un’indagine completa di queste attività di geoingegneria clandestina ed illegale, con potenziale e devastante impatto sul sistema climatico della Terra, l’integrità della biosfera terrestre e della salute umana, tutte cose estremamente pericolose.

Fonte :

http://www.acseipica.fr/indication-dune-volonte-deliberee-de-provoquer-le-rechauffement-planetaire-et-la-fonte-des-glaciers/

DISINFORMAZIONE di Stato, lo SCHIFO assoluto

Boldrini.jpghttp://www.tankerenemy.com/2017/02/la-signora-boldrini-ed-i-baldanzosi.html

9/11 demolizione controllata

journal

 

 

Rinomato fisico giornalista conclude nuovo studio:

WTC (World Trade Center) Tutte le 3 torri sono crollate a causa di una demolizione controllata.

New York, NY – Negli ultimi 15 anni, molti accademici ed esperti di tutto rispetto si sono fatti avanti per sfidare la narrazione ufficiale sul crollo delle torri del WTC, trasmesso dal governo degli Stati Uniti. La posizione ufficiale del governo sostiene che il crollo di tutte e tre le torri era dovuto al calore intenso all’interno degli edifici.

Ma una nuova indagine forense sul crollo delle tre torri del World Trade Center a 9/11, pubblicato nel Europhysics Notizie – una rivista di fisica europea di tutto rispetto – afferma che “le prove portano ad una schiacciante conclusione, che tutti e tre gli edifici sono stati distrutti da una controllata demolizione.”

Mentre molti nel mainstream hanno tentato di etichettare chiunque che ha messo in discussione la versione ufficiale come “Tin Hat foil” teorico della cospirazione, molti esperti di tutto rispetto si sono fatti avanti, all’idea che gli edifici siano crollati a causa del calore intenso e incendi seguenti, dicendo che sono teorie ridicole.

“Date le implicazioni di vasta portata, è moralmente imperativo che questa ipotesi sia oggetto di un’indagine veramente scientifica e imparziale da parte delle autorità competenti,” i quattro fisici concludono nel rapporto schiacciante.

Il nuovo studio è opera di Steven Jones, ex professore ordinario di fisica alla Brigham Young University, Robert Korol, emerito professore di ingegneria civile alla McMaster University in Ontario, Canada, Anthony Szamboti, un progettista meccanico con oltre 25 anni di strutturale esperienza di progettazione nei settori aerospaziale e delle comunicazioni e Ted Walter, il direttore della strategia e sviluppo per Architects & Engineers for 9/11 Truth, una organizzazione no-profit che rappresenta oggi oltre 2.500 architetti e ingegneri.

Nonostante che i dirottatori del 9/11 abbiano detto e provato che si trovavano in Arabia Saudita durante il crollo, gli Stati Uniti ordinano all’ Iran di risarcire le vittime con 10 miliardi di dollari.  http://thefreethoughtproject.com/911-hijackers-saudi-arabian-judge-orders-iran-pay-10b-victims/

Lo studio completo in Europhysics Magazine sfida direttamente la narrazione ufficiale e presta ad un crescente corpo di evidenze che mette in discussione seriamente la veridicità della narrazione governo.

Nel 2002, il National Institute of Standards and Technology ha osservato che il caso era eccezionalmente bizzarro. Non ci sono stati altri casi noti di crolli strutturali totali nel grattacieli causati da incendi, e quindi è profondamente insolito che avrebbe dovuto accaduto tre volte nello spazio di un giorno, nota NIST.

Le indagini ufficiali non sono mai state in grado di spiegare accuratamente e coerentemente, come questo possa essere accaduto e varie squadre con il compito di esaminare il crollo hanno sollevato domande difficili sulla veridicità della storia del governo .

 

Forse la cosa più schiacciante di tutte e che gli esperti hanno affermato, dopo una approfondita analisi forense di riprese video del crollo del palazzo, ha rivelato i segni di una implosione controllata. Inoltre, Jones è coautore di un certo numero di carte che documentano la prova di materiale nano-termico che ha reagito nella polvere del WTC.

Gli autori dello studio notano che gli edifici sono crollati con tale velocità e simmetria, che non c’era altra spiegazione possibile per l’improvviso crollo a velocità di caduta libera, e direttamente con studi che confutano che hanno tentato di sfatare l’idea che l’edificio cadde senza opporre resistenza. Nuova analisi forense dice : questi esperti rispettati e affermati devono andare avanti al crescente movimento di persone che chiedono una nuova e imparziale indagine sul crollo del World Trade Center.

Rivelando la portata e l’ampiezza di incredulità del pubblico nella narrazione ufficiale del governo che circonda gli eventi del 9/11, anche il candidato presidenziale Jill Stein ha recentemente chiesto una nuova inchiesta .

http://thefreethoughtproject.com/nsa-canceled-program-couldve-stopped-911-weeks-attacks-silenced-creator/

http://thefreethoughtproject.com/physics-study-911-controlled-demolition/

BENVENUTI IN AUSTRALIA

biometric-human-scan

Il primo ministro Malcolm Turnbull, ha annunciato un piano che potrebbe rendere l’Australia il primo paese al mondo ad implementare un sistema a livello nazionale, di identificazione dei suoi viaggiatori aerei senza contatto fisico.

Il Dipartimento di immigrazione e la protezione dei confini, hanno cercato la tecnologia per abolire le carte dei passeggeri in arrivo, eliminando la necessità per la maggior parte dei passeggeri di mostrare i loro passaporti, eliminando di fatto le postazioni adibite al controllo degli stessi. I funzionari stanno cercando di utilizzare i database esistenti accoppiandoli con le scansioni dell’iride, il riconoscimento facciale e le scansioni delle impronte digitali come la fase finale di un progetto quinquennale denominato “senza soluzione di continuità” ed il suo completamento è previsto entro il 2020. A tutti gli effetti si sta andando verso un mondo in cui si diventa un dispositivo di scansione digitale in una matrice di attività on-line e del mondo reale.

Il responsabile della sicurezza dei confini dell’Australia, John Coyne, ha evidenziato la rapida accelerazione della tecnologia biometrica , così come l’accesso del governo per l’enorme potenza di elaborazione dei Big Data, che ha notato: “sta aumentando in modo esponenziale”. Inoltre, ha categoricamente affermato che tale accesso è globale.

L’innovazione è stata possibile a causa della massiccia quantità di dati dei passeggeri – tra cui informazioni sui biglietti, cronologia di viaggio e precedenti penali – di origine a livello globale e analizzato nella stanza sul retro , il dottor Coyne ha detto. [enfasi aggiunta]

Simile ad altre iniziative “intelligenti” per i viaggiatori, il primo appello è fatto per convenienza. Chiunque abbia familiarità con linee sempre più lunghe e invadenti controlli di sicurezza umani, potrebbe accogliere la visione del progetto per consentire ai viaggiatori di spostarsi letteralmente da un aeroporto all’altro, senza una sola interferenza. Mentre quello che potrebbe essere il messaggio da mettere in guardia il consumatore, Coyne rivela il vero cuore della missione.

Il Dr Coyne ha detto che è tutto basato su “permeabilità selettiva”, e utilizzando l’intelligenza per determinare in anticipo quali tipi di passeggeri rappresentano un rischio ed garantire a tutti gli altri di spostarsi in modo più efficiente.

“Tutto questo è circa il rischio”, ha detto. “Credo che in Australia stiamo facendo straordinariamente bene.” [Enfasi aggiunta]

Tenuto conto del fatto che la sicurezza biometrica è già stata utilizzata in zone di guerra come l’Afghanistan, per catalogare potenziali terroristi , questo dovrebbe essere la priorità, e non per facilitare la circolazione dei passeggeri. Inoltre, laddove questi sistemi hanno sono spuntati, sono stati registrati abusi.

Anche nella “Terra della Libertà,” la polizia locale è stata sorpresa utilizzando la biometria senza il consenso raccogliendo informazioni da banche dati ignote, evidenziando cosi’ la facilità con cui si prendono misure di sicurezza alle frontiere e possano arrivare ben oltre il loro intento dichiarato.

Come si è visto, il problema negli Stati Uniti è molto maggiore di quella in questione. L’ FBI è stato attivamente cercando di esentare da protezioni di segretezza, una massiccia  base nazionale di dati biometrici chiamata “Next Generation Identification System.(NGI)

E questo è solo ciò che sappiamo di … in un paese che ha le protezioni costituzionali per i suoi cittadini.

Poiché i sistemi biometrici sono diversi dalla sicurezza delle banche di viaggiare ed anche del vostro computer di casa , tutti inizieranno a collegarsi e comunicare interfacciandosi a livello globale, cosi’ facendo la possibilità di diffuse violazioni della privacy aumenterà in modo esponenziale.

Per ulteriori dettagli sul piano dell’ Australia per il trattamento biometrico per i viaggiatori aerei, si prega di vedere il video qui sotto.

Fonte : http://www.activistpost.com/2017/01/australia-biometrics-aiports.html

Primo prelievo in quota tramite drone – Raccolta fondi

raccolta

COMITATO TANKER ENEMY

Tanker enemy organizza il primo prelievo in quota tramite drone semi-professionale. Il prelievo si avvarrà del “DJI Drone Phantom 4“, fornito di videocamera in alta risoluzione (12 MP/4K) e sistema di controllo GPS. A bordo del velivolo radiocomandato sarà montato un kit (realizzato ad-hoc) che aspirerà l’aria in quota e la depositerà su filtro apposito. Il filtro raccoglierà frammenti di pulviscolo in varie aree non antropizzate, ma note come corridoi di discesa impiegati dai velivoli civili in avvicinamento ad uno scalo aeroportuale. I campioni saranno analizzati ed i risultati saranno pubblicati su Tankerenemy.com. Lo scopo ultimo è quello di sensibilizzare la popolazione (e gli organi preposti alla salvaguardia dell’ambiente e della salute umana) in merito alla presenza di polveri in nanoparticolato di ricaduta, potenzialmente letali e di accertata provenienza aeronautica. Allo scopo di poter mettere in atto al più presto possibile il nostro prelievo, abbiamo bisogno di un contributo da parte di tutti voi che, anche con pochi euro, puntate ad iniziative forti per contrastare la guerra climatica in atto e per dimostrare la neurotossicità dei carburanti avio. Il Jet-A1, è, infatti, come dimostrato dai recenti studi della dottoressa Lohmann, la principale causa della ricaduta di elementi chimici neurotossici come l’alluminio, il bario, il manganese. Ok… diamoci da fare! Il link per finanziare la campagna è questo.

Grazie a tutti!

http://www.tankerenemy.it/2017/01/primo-prelievo-in-quota-tramite-drone.html#.WIH1aVPhCyI

 

Grave evento bio-ingegneristico in Australia

storm-radar

I servizi di emergenza australiani dichiarano lo stato di grave catastrofe, dopo un micidiale temporale che ha portato attacchi di asma a centinaia di persone. 

Due di esse sono morte.

Centinaia di persone in tutta la Victoria sono state vittime di crisi asmatiche e respiratorie, il caso è ritenuto un incidente di massa, subito dopo la “tempesta asmatica” termine coniato dalle autorità per giustificare il crimine, che si è scatenata durante una delle giornate più calde mai registrate, con un crollo della temperatura da +35° a 19°, per continuare a scendere durante l’ evento. Tutto naturale, niente da dire (Sic!) I centralini sono stati inondati da così tante chiamate dopo la tempesta che ha colpito Melbourne, che le ambulanze della Victoria sono rimaste prive di mezzi. Due persone a Melbourne, sono morte dopo un numero senza precedenti di persone colpite da gravi crisi respiratorie, in quello che ormai tutti ritengono il più grande incidente di massa portato da una tempesta. ( Capito? Da una tempesta. Sic! )

Jaxon Dowal non aveva mai avuto l'asma fino a quando le tempeste hanno colpito Melbourne il Lunedi sera.
Nella foto :”Jaxon Dowal non aveva mai avuto l’asma fino a quando le tempeste hanno colpito Melbourne il Lunedi sera.”

I morti includono un uomo di 20 anni, che è stato costretto ad aspettare almeno mezz’ora un’ambulanza dopo l’evento bizzarro ( criminale ) nella notte di lunedi’. I pronto soccorsi sono stati invasi da più di 1900 chiamate tra le 06:00 e le 23:00, più di sei volte il loro consueto carico di lavoro, dopo una  tempesta ha colpito Melbourne poco prima 6:00 , inducendo una “grande risposta al disastro” dai servizi di emergenza. Almeno 600 sono state le chiamate relative alle crisi respiratorie, la maggior parte delle quali provenienti dalla zona ovest di Melbourne.  “Abbiamo avuto essenzialmente il carico di lavoro di un giorno in cinque ore”, ha detto il direttore esecutivo delle operazioni d’emergenza Mick Stephenson.”

“Stavamo assistendo a gravi crisi d’asma in persone che non avevano mai avuto problemi di respirazione prima”.

Gli ospedali in tutta la Victoria sono rimasti privi di inalatori nasali, ed i servizi di emergenza si sono dati battaglia per rispondere alle richieste di aiuto in caso di pioggia e forti venti, che avrebbero portato finissimo polline, polvere e altre sostanze irritanti. ( Nano particolato neuro tossico avio disperso,e diciamolo va ) La domanda era così grande che non erano più disponibili ambulanze, e hanno dovuto chiamare agenti di polizia, vigili del fuoco, veicoli per pazienti non di emergenza e medici di campo addestrati per le calamità naturali ( Ah! ) per aiutare il trasporto di pazienti gravi in ospedale. Stephenson ha detto che ha anche lavorato per tutta la notte, per il trattamento dei pazienti.

Il ministro della Salute Jill Hennessy ha descritto l’evento come una “grande sfida” ( ma rendetevi conto! ) per le autorità, e ha detto che gli ospedali privati, tra cui il Cabrini di Malvern, erano stati aperti ai pazienti pubblici per contribuire a soddisfare la domanda.  “Ci sarà senza dubbio una revisione completa di ciò che è avvenuto ieri sera e quello che sono stati i risultati clinici”, ha detto. “Non c’è dubbio che ci saranno lezioni da imparare, ci sono sempre in questi casi. Ma ogni parte del nostro aumento di gestione delle emergenze, si è verificato in modo corretto.” Martedì mattina, i farmacisti hanno riportato che erano sommersi da richieste del Ventolin ( inalatori nasali ) ed alcuni ospedali erano ancora pieni di pazienti. ( vittime ) L’ ospedale dei bambini ha utilizzato la sua pagina di Facebook, per mettere in guardia i genitori circa le lunghe attese per la cura. Alle 8.30, l’ospedale aveva più di 60 pazienti in attesa di essere visitati. Si trattava più di 400 bambini nelle 24 ore precedenti, tra cui molti con attacchi d’ asma acuti. Un medico di Melbourne che non vuole essere nominato, ha detto che due pazienti sono deceduti durante l’evento.  “Tutto d’un tratto circa alle 18, ci fu una improvvisa ondata di persone con attacchi asmatici in condizioni critiche, che ha continuato fino a circa 1:00,” ha detto. Il medico, che ha lavorato per tutta la notte in un ospedale di Melbourne, ha detto che il personale ospedaliero era stato chiamato nuovamente alla massima disponibilità. Gli ospedali sono tutti al punto di collasso. Il medico ha detto ha sentito cinque o sei squadre che chiedevano le MICA (ambulanze mobili di terapia intensiva) ma senza fortuna però, non essendo disponibili.

Egli ha anche sentito dire che due pazienti nella periferia occidentale erano morti, tra cui un ragazzo di 20 anni. ( 20 anni ! )

“Ci sono stati molti pazienti che non erano in grado di accedere al supporto MICA come erano appena disponibili”, ha detto il dottore. Stephenson ha confermato che due persone, tra cui un ragazzo di 20 anni, sono morte in attesa di un’ambulanza. Ha detto che la polizia era stata chiamata per controllare lo stato di salute di circa 12 pazienti, che non potevano essere raggiunti quando il servizio di ambulanza li avrebbe richiamati.

Commuters get off a tram in wild weather in Melbourne on Monday.

Paul Holman ha detto che nei suoi 40 anni come paramedico, non aveva mai visto niente di simile.

Holman ha detto di pensare che la tempesta ha portato con sé un aumento delle sostanze ( quali sostanze? ) irritanti, che hanno portato alla grande ondata di pazienti che soffrono di problemi respiratori. Ha detto che la maggior parte dei pazienti era così grave che avevano bisogno di essere portati in ospedale (invece di essere trattati in loco), e ad un certo punto c’erano 190 persone in attesa per l’assistenza, tutte in gravi condizioni.”E’ stato quello che noi chiamiamo “Allarme rosso”. Mentre la qualità dell’aria di Melbourne da allora è migliorata, ci sono preoccupazioni circa la capacità degli ospedali di far fronte con l’aumento della domanda. Holman ha detto che la maggior parte degli ospedali a Melbourne e Geelong, erano stati costretti a richiamare il personale. “Ogni ospedale è praticamente completo,” ha detto. Resta attivo un codice marrone  rilasciato dal University Hospital Geelong, il che significa che i pazienti dimissionari che sono pronti a tornare a casa, aiuteranno a fare spazio alle persone in arrivo. Barwon Health, University Hospital Geelong, ha pubblicato una dichiarazione sulla sua pagina di Facebook invitando la gente a cercare un trattamento medico da un medico di famiglia, se la loro condizione non è pericolosa per la vita, a causa della forte domanda nel reparto di emergenza. Tim Lewis, proprietario di una farmacia al Southern Cross Amcal, ha detto che la farmacia è stata a corto di Ventolin martedì mattina, vendendo fino a 60 inalatori in poche ore. Una mattina di solito ne può vendere al massimo 10. Sono dovuto andare in altre farmacie per prendere una scatola di inalatori,” ha detto Lewis.

L’ultimo caso importante di “temporali asmatici” a Melbourne è stato nel 2011, ma non così grave come quest’ ultimo.

Il fenomeno si è pensato che si verifica quando la pioggia o il tempo umido provoca granuli di polline che assorbono l’umidità e collassando, rilasciano centinaia di piccole particelle che provocano una reazione allergica. ( ??? ) Mai sentita fesseria più grande!

Holman si è detto orgoglioso del lavoro del personale dell’ambulanza del Victoria e degli altri servizi, per la loro risposta innovativa al disastro. ( ??? )

http://www.stuff.co.nz/world/australia/86720605/emergency-services-declare-major-disaster-after-mass-thunderstorm-asthma-event

A questo punto, comprare maschere anti gas e bombole di ossigeno non sarebbe una cosa cosi’ azzardata, dal momento che questo grave evento può verificarsi ovunque nel Mondo.

Ringrazio l’ amica Mara Magi per la segnalazione.

 

 

Facebook, la fogna della disinformazione di Stato

gary

Dopo l’ amico Rosario Marcianò, costretto  da due blocchi consecutivi di un mese l’ uno ad abbandonare suddetta piattaforma, oggi il social spioni per eccellenza, blocca di punto in bianco l’ account di Koenig mb e relativa pagina.

“Account disabilitato

Il tuo account è stato disabilitato. Se hai domande o dubbi al riguardo, puoi visitare la nostra pagina delle FAQ qui.
Riprova o annulla”
Leggete con quale arbitrio democratico lo hanno fatto :
“Perché il mio account è stato disabilitato?
Il tuo account è stato disabilitato poiché abbiamo determinato che non soddisfi i requisiti per usare Facebook. Per maggiori informazioni sulle nostre normative, leggi le Condizioni di Facebook. Se ritieni che il tuo account sia stato disabilitato per errore, contattaci.”
Vi “contatto” da qui, luridi zerbini, e vi dico:
Compratevi della buona corda e fatene buon uso.
Non ci fermerete mai.
Koenig

The Worlds First Holographic Smartphone with Eye Tracking Technology

holo

See the Video here: https://goo.gl/U1yPlw

Sotto attacco!

sismografo

=== Tanker Enemy ====✈

http://www.tankerenemy.com/2016/11/sotto-attacco-articolo-di-koenig.html

SCIENTIST DR. MICHIO KAKU ADMITS GOVERNMENT ‘WEATHER CONTROL’ ON CBS NEWS

giapu

Geo-engineering, a term to describe the deliberate and large-scale intervention into the earth’s climatic system. 10 years ago the concept of chemtrails and weather modification was scoffed at as conspiracy, now it’s becoming more a reality every day.

advertisement – learn more

We’ve covered the geo-engineering reality in depth over the years, bringing forward information from insiders, whistleblowers and scientists all speaking about the issue.

But now there is even more coming to the surface for us to consider. Our friends over at Intellihubreported recently: In a recently aired clip on CBS, Physicist Dr. Michio Kaku talks about experiments that scientists have been doing with weather modification. The experiments that he discusses sound strangely similar to what we know about the HAARP facility in Alaska. These experiments seem to operate in the same way, by shooting lasers and nanoparticules into the sky.

Later in the conversation, Michio Kaku talks about the deep history of weather modification that has been carried out by governments for decades. Very quickly the CBS staff interrupted him to point out that government directed weather modification was only “alleged”.

 

 

In new research published in the Proceedings of the National Academy of Sciences, Professor Wolf Kasparian said the laser beams create plasma channels in the air that caused ice to form.

He said: “Under the conditions of a typical storm cloud, in which ice and supercooled water coexist, no direct influence of the plasma channels on ice formation or precipitation processes could be detected.

“Under conditions typical for thin cirrus ice clouds, however, the plasma channels induced a surprisingly strong effect of ice multiplication.

“Within a few minutes, the laser action led to a strong enhancement of the total ice particle number density in the chamber by up to a factor of 100, even though only a 10−9 fraction of the chamber volume was exposed to the plasma channels.

“The newly formed ice particles quickly reduced the water vapour pressure to ice saturation, thereby increasing the cloud optical thickness by up to three orders of magnitude.”

In addition, last year we reported that A leading weather service is reporting that the US government is opening a public, on the record study into weather modification and Geo-engineering.

Weather modification and Geo-engineering are both taboo topics for most people, with many believing that no such programs exist. Despite the mountains of proof put forward by whistle blowers and and independent researchers, weather modification is just too crazy for some people to believe.

The government has been involved with may of these projects on the record, but they will rarely admit this and refuse to entertain any questions on the subject. The media have also been complicit in keeping most people in disbelief of weather modification and Geo-engineering.

Groundbreaking Paper(s) On Geo-Engineering

Dr. Marvin Herndon, PhD., a nuclear chemist, geochemist, and cosmochemist – most noted for deducing the composition of the inner core of Earth as being nickel silicide, not partially crystallized nickel-iron metal – has published a groundbreaking paper in the peer-reviewed journal Current Science (Indian Academy of Sciences) titled “Aluminum poisoning of humanity and Earth’s biota by clandestine geoengineering activity: implications for India.”

The abstract reads as follows:

“In response to an urgent call through an article in Current Science for assistance to understand the geological association of high aluminum mobility with human health in the Ganga Alluvial Plain, I describe evidence of clandestine geoengineering activity that has occurred for at least 15 years, and which has escalated sharply in the last two years. The geoengineering activity via tanker-jet aircraft emplaces a non-natural, toxic substance in the Earth’s atmosphere which with rainwater liberates highly mobile aluminum. Further, I present evidence that the toxic substance is coal combustion fly ash. Clandestine dispersal of coal fly ash and the resulting liberation of highly mobile aluminum, I posit, is an underlying cause of the widespread and pronounced increase in neurological diseases and as well as the currently widespread and increasing debilitation of Earth’s biota. Recommendations are made for verifying whether the evidence presented here is applicable to the Ganga Alluvial Plain.” (source)(source)

The paper goes on to discuss and cite publications which have detected heavy metals like aluminum, barium, strontium, and more in rainwater, fly ash, and more. For example, during the period between July 2011 and November 2012, 73 rainwater samples were collected and analysed for aluminum and barium; 71 were collected from 60 different locations in Germany, 1 from France, and 1 from Austria. Aluminum was detected in 77% of the rainwater samples, there was also a very high barium concentration and a very high Strontium concentration.

It also discusses how these concentrations of metals are not the result of natural phenomenon, like volcanic explosions, for example.

This isn’t the only recent groundbreaking publication that comes from the world of academia regarding this phenomenon. A few months ago, Dr. Rose Cairns, PhD., who belongs to the University of Leeds School of Earth and Environment, published a paper in the peer-reviewed Geophysical Journal titled “Climates of suspicion: ‘chemtrail’ conspiracy narratives and the international politics of geoengineering.” She is also currently undertaking research into the Governance of Geoengineering as part of a multi-disciplinary collaborative project between Sussex University, UCL, and Oxford University (http://geoengineering-governance-research.org). The project examines the social, ethical, and political implications of climate geoengineering proposals. (source)

In her paper, she describes developments in mainstream academic and political discourse regarding geoengineering, and how climate modification, also being discussed by the citizens of the world (who use the term “chemtrails”), is having devastating ecological and health effects worldwide. According to her paper:

“Understanding the emerging politics of geoengineering, and taking seriously claims regarding the importance of public participation, requires an understanding of the whole discursive landscape around ideas of global climate control – including marginal ideas such as those held by chemtrail activists. Ignoring or dismissing these discourses out of hand as pathological or paranoid is to ignore potentially revealing insights about the emerging politics of geoengineering.” (source)

She also mentions that:

“This analysis suggests a number of ways in which the chemtrail narrative may contain important insights and implications for the emerging politics of geoengineering that cannot be dismissed out of hand as ‘paranoid’ or ‘pathological’.” (source)

Although Dr. Rose is not a proponent of the “chemtrail conspiracy,” it’s great to see another published paper by an academic taking a neutral perspective, recognizing the importance of these claims rather than dismissing them outright. The basic difference here is that geoengineering in the academic realm is strictly a proposal, and that these means of engineering Earth’s climate are still not operational. When it comes to the “chemtrail” advocates, they believe that they are operational, as does the academic described at the beginning of this article, along with many others.

Truth is, there seems to be a tremendous amount of information suggesting that these programs are indeed operational. Whether their intent is to modify the climate to combat the effects of global warming, or to further some other type of agenda, is still not clear.

Evidence Suggesting That These Programs Are Already Operational.

“In recent years there has been a decline in the support for weather modification research, and a tendency to move directly into operational projects.” –  World Meteorological Association  (source)

“In addition to specific research programs sponsored by Federal agencies, there are other functions related to weather modification which are performed in several places in the executive branch. Various federal advisory panels and committees and their staffs – established to conduct in-depth studies and prepare reports, to provide advice or recommendations, or to coordinate weather modification programs – have been housed and supported within executive departments, agencies, or offices.” (source)

If your asking yourself, “what can we do?” The first answer is awareness. Spreading the awareness and realizing that what’s going on vs what we’re being told are two different things. This helps us to gain a clearer picture of how we can move forward as we understand we’re being lied to.

http://www.collective-evolution.com/2016/10/21/scientist-dr-michio-kaku-admits-government-weather-control-on-cbs-news/