Vai al contenuto

Bayer-Monsanto e la più grande fabbrica di semi transgenici in America Latina nel Cile

Il Cile è il più grande esportatore di semi nell’emisfero meridionale. Bayer espande le fabbriche di produzione di semi transgenici della sua sussidiaria Monsanto. Le organizzazioni ambientaliste sono allarmate.
“Fuori Bayer – Monsanto de Chile”, è stato letto su striscioni a Santiago il 19 maggio dello scorso anno, durante la protesta “Marcia contro la Monsanto”, che ha avuto luogo in 30 città del mondo per l’agricoltura senza pesticidi e contro l’uso di semi geneticamente modificati. Pochi giorni prima, al consorzio farmaceutico Bayer, era stato ordinato di pagare più di 2 milioni di dollari a una coppia negli Stati Uniti che sosteneva di avere un cancro a causa dell’uso di Roundup, un erbicida sviluppato dalla controllata Bayer , Monsanto, anche le voci critiche aumentano in Cile. Circa 50 chilometri a sud di Santiago ci sono due dei più grandi impianti di produzione di sementi in Cile. A settembre 2018, dopo l’acquisto della Monsanto, Bayer Crop Science ha annunciato la modernizzazione dello stabilimento di Viluco, l’unica fabbrica che produce semi di ortaggi in Sud America, e una delle tre più grandi fabbriche dell’azienda al mondo “Vogliamo modernizzare la tecnologia e i processi, in modo che la fabbrica raggiunga gli standard delle fabbriche nei Paesi Bassi e negli Stati Uniti”, ha dichiarato Yuri Charme di Bayer Crop Science. Il progetto “Soddisfazione della domanda” mira ad aumentare la produzione di sementi del 20% in modo che il Cile possa soddisfare il 70% della domanda nella regione nel prossimo futuro. Il Cile è il più grande esportatore di semi nell’emisfero meridionale Secondo i dati della Federation of Seed Producers (ChileBio), il paese ha esportato semi per un valore di 338,5 milioni di dollari nel 2016/2017, un quinto dei quali erano semi geneticamente manipolati. In Cile, l’attività delle sementi è che quando è inverno in Europa, c’è l’estate: il polline delle piante modificate inquina i semi locali, mentre i semi di ortaggi che vengono lavorati nello stabilimento di Viluco rappresentano finora una piccola parte delle esportazioni di semi. Molto più importanti sono mais, soia e colza, che vengono trasformati in un’altra fabbrica, a pochi chilometri a sud di Viluco, nella comunità rurale di Paine. La maggior parte della popolazione vive di agricoltura. Già nel 2016, prima della fusione con Bayer, la Monsanto aveva annunciato l’espansione della fabbrica, che ha portato un gruppo di cittadini a fondare il Comitato di difesa di Paine. “Qui è in costruzione l’impianto di trasformazione dei semi dell’America Latina. Non ci sono studi sul suo impatto ambientale. I politici hanno approvato il progetto senza consultare l’opinione della gente “, afferma Camila Olavarría, portavoce del comitato. Gli abitanti di Paine temono la contaminazione dei semi locali da impollinazione incrociata, quando il polline proveniente da campi vegetali modificati viene trasportato dal vento nei campi vicini. Ciò è particolarmente facile con i semi di colza, poiché il suo polline vola fino a tre chilometri. “I semi più geneticamente modificati”. Nei paesi dell’UE, è vietata la coltivazione di semi di colza geneticamente modificati. In Cile, tuttavia, è consentita la coltivazione a fini di ricerca ed esportazione. L’unico modo per evitare l’impollinazione incrociata sarebbe una distanza sufficiente tra le colture. Una misura di prevenzione che non è prevista in Cile. L’Olavarría ritiene che i semi di Paine siano già contaminati: “La maggior parte delle piantine qui sono state geneticamente modificate”. Bayer Monsanto dà agli agricoltori locali i semi che seminano sulla loro terra e quindi devono restituire alcuni semi che vengono poi trasformati in Paine e Viluco ed esportati ”, spiega. Aggiunge che “gli agricoltori ricevono i semi insieme a un pacchetto di prodotti antiparassitari come Roundup” “Esistono sempre più diagnosi di cancro” Roundup, il marchio commerciale del glifosato, è l’erbicida più venduto in Cile. Nel marzo 2015, l’Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro ha classificato il glifosato come “probabilmente cancerogeno”. Camila Navarro, anche membro del Comitato di difesa di Paine, sottolinea che nella sua comunità “il numero di persone con cancro sta crescendo, non solo tra gli agricoltori, ma anche tra i lavoratori temporanei e le persone vicine ai campi”. I bambini dei lavoratori temporanei soffrono di frequenti disturbi del linguaggio e deficit cognitivi. Aggiunge che ci sono anche rapporti su donne in gravidanza che lavorano nei campi, e che subiscono aborti o i cui bambini sono nati con malformazioni fatali. Non ci sono studi ufficiali sulla relazione tra pesticidi e queste malattie. Action Network chiede il divieto del glifosato in Cile. Il cancro è la seconda causa più comune di morte in Cile. Ogni anno, ci sono 45.000 nuovi casi, secondo il Ministero della Salute cileno all’inizio di quest’anno. Una rete di azione contro i pesticidi chiede il divieto del glifosato in Cile. Lucia Sepúlveda, uno dei suoi membri, dice a DW che “Bayer e Monsanto non sono i benvenuti in Cile” e conclude che la coltivazione di piante e pesticidi geneticamente modificati “danneggia l’ambiente e la salute della popolazione”.

Il climatologo Dr. Tim Ball stabilisce il record diretto sull’inganno deliberato di demonizzare il CO2

Dal Dr. Tim Ball, Climatologo

Molti anni fa, ho confrontato che l’affermazione la CO2 umana stava causando il riscaldamento globale era analoga a determinare che cosa stava causando il declino della tua auto.

Per semplificare l’analisi, hai deciso di non guardare il motore, la trasmissione, il cambio, l’albero di trasmissione, il differenziale, l’asse e la ruota, per focalizzare l’attenzione su una porzione del filo di un bullone di un dado su la ruota posteriore destra. Insomma, di guardare la Luna e non il dito.

La Figura 1 è un diagramma di sistema dell’atmosfera e dei processi atmosferici.

Tim Ball Co2 1

Sembra complesso, ma è, in realtà, una rappresentazione semplice. Le persone che hanno creato il Pannello intergovernativo sui cambiamenti climatici (IPCC) hanno deciso che questo sistema, analogo alla tua auto, stava vacillando. Attraverso la loro definizione di cambiamento climatico come solo quei cambiamenti causati dall’uomo, hanno limitato la ricerca alla CO2 umana.

Nel diagramma, si tratta di una filettatura su un bullone nella sezione denominata “Composizione atmosferica”. Quella sezione comprende tutti i gas dell’atmosfera e i miliardi di tonnellate di particolato. Questi gas e particelle influenzano la radiazione solare in entrata e l’energia termica a onde lunghe in uscita.

Inoltre variano nel tempo, ma non abbiamo praticamente idea delle quantità o della variabilità. Di tutti i gas nella composizione, i cosiddetti gas serra (GHG) comprendono circa il 4 per cento. E di quel totale del 4 per cento, l’anidride carbonica (CO2) è del 4 per cento e la CO2 umana è del 3,4 per cento circa.

È un thread su un bullone del sistema complesso. La quantità effettiva di CO2 prodotta dall’uomo aggiunta al sistema, è una stima prodotta dall’IPCC. È, come tutti gli altri numeri usati, un’ipotesi a malapena istruita presentata invece con l’autorità che è accurata e reale.

Tim Ball Co2 2

Il primo uso del CO2 per un’agenda politica fu di Margaret Thatcher. Voleva rompere l’unione del minatore di carbone che stava trattenendo il paese per ricatto e anche per promuovere l’energia nucleare.

Ha detto Sir John Houghton, capo dell’ufficio meteorologico del Regno Unito, per produrre la scienza. Successivamente è diventato il primo copresidente dell’IPCC.

Houghton era un candidato ideale perché credeva che lo sviluppo industriale umano fosse un peccato, e scrisse articoli sull’argomento. Ha diritto alle sue opinioni personali, ma la scienza deve essere amorale e apolitica, ma ciò, a quanto pare, non si applica a Houghton. Più tardi nella vita Margaret Thatcher, al suo attivo, accettò che l’ipotesi del riscaldamento globale antropogenico (AGW) era sbagliata, ma fu stabilita una pericolosa precedenza.

La precedenza era mantenere la menzogna che la CO2 fosse un gas pericoloso. Hanno ignorato fin dall’inizio il suo ruolo di fonte di vita per le piante, senza la quale non c’è ossigeno ne forma di vita.

Un presupposto importante era che un aumento della CO2 avrebbe comportato un aumento della temperatura. Nel 1990 è stato prodotto il nucleo di ghiaccio antartico che sembrava mostrare conferma (Figura 3).

Tim Ball Co2 3

Entro 5 anni è stato dimostrato che il grafico mostrava un aumento della temperatura prima della CO2. Hanno affermato che il tempo di permanenza nell’atmosfera della CO2 prodotta dall’uomo era di 100 anni. L’argomento era che anche se interrompessimo la produzione ora, il problema persisterebbe per molto tempo.

Inoltre, il mancato arresto ha prolungato il problema. Non ci volle molto per dimostrare che il tempo di permanenza effettivo era al massimo di 6 anni. La figura 4 mostra un confronto di misure di ricerca indipendenti rispetto a quelle dell’IPCC.

Tim Ball Co2 4

Prima che la CO2 diventasse il centro dell’attenzione, veniva prestata maggiore attenzione al metano (CH4). Ciò è stato spinto da gruppi che combattono l’industria del bestiame. Jeremy Rifkin scrisse un libro e condusse una campagna intitolata ” Beyond Beef “. L’affermazione di base era che il bestiame è la causa di praticamente ogni malattia, sia ambientale che socio-economica, che affliggeva il mondo.

Hanno ignorato convenientemente le 210 milioni di “Vacche Sacre” in India che non producono alcun tipo di cibo. La sfida più grande riguardava il fatto che il metano, sebbene un gas a effetto serra, è solo lo 0,36% di tutto il gas serra in volume e solo lo 0,00017% di tutti i gas atmosferici. Confronta questo con il vapore acqueo (H2O) che è il 95% di GHG.

Hanno cercato di gonfiare l’impatto del CH4 introducendo una scala di efficacia. Ciò ha affermato, senza prove, che il potenziale di riscaldamento globale (GWP) del CH4 era 50 volte maggiore della CO2. GWP è diventato una designazione ufficiale, ma anche con il moltiplicatore, l’effetto reale è una frazione di quello per H2O.

Tutto quello che devi sapere è che le stime dell’EPA (Environmental Protection Agency) per il GWP per CH4, sono comprese tra 28 e 36. Il GWP è diventato di nuovo importante più tardi quando l’attenzione si è spostata dal CH4 al CO2, perché è stato sottolineato che la CO2 è solo del 4% del GHG totale. L’IPCC includeva una tabella GWP per tutti i GHG, quasi tutti sono elementi artificiali, ma non includono H2O. Questa è la manipolazione statistica del peggior tipo e, centrale per le stime del GWP, è il tempo di permanenza, di cui abbiamo già discusso.

Questo processo è una pratica standard del reclamo AGW.

Non ci sono praticamente misure effettive di nulla tra cui temperatura e precipitazioni, ma soprattutto GHG. Quello che fanno è produrre dati in un modello di computer separato e quindi usarli come dati reali in un altro modello.

Questa pratica è la base per i dati su cui sono costruiti i modelli climatici globali (GCM). Non abbiamo dati meteorologici reali per l’85% della superficie terrestre e meno dell’1% sopra la superficie. Creano i dati in un processo chiamato parametrizzazione e li usano come dati reali per costruire il GCM.

Quando iniziò l’inganno, presero che l’aumento di CO2 e la temperatura fossero illimitati. Molto presto è stato dimostrato che l’atmosfera era praticamente satura della capacità di CO2 di rallentare la velocità di fuga di calore nello spazio. Lo descrivo usando un’analogia con la vernice nera. Se vuoi impedire che la luce penetri attraverso una finestra, applica una mano di vernice nera.

Quella mano equivale all’attuale quantità di CO2 nell’atmosfera. Aggiungi una seconda mano di vernice e solo una piccola frazione di luce in più viene bloccata. Ciò equivale ad aumentare la quantità di CO2 nell’atmosfera. La Figura 5 mostra aumenti di temperatura stimati per il raddoppio della CO2 da parte di 3 diversi scienziati. Il fatto che non siano d’accordo con l’uso della fisica, mostra quanto sia imprecisa la comprensione della dinamica.

Tim Ball Co2 5

In risposta a questo problema, è stato proposto un feedback positivo. Ciò ha affermato che un aumento di CO2 ha causato un aumento della temperatura, e questo ha aumentato il tasso di evaporazione. Un livello più elevato di H2O nell’atmosfera migliorerebbe il riscaldamento avviato dalla CO2, continuerebbe.

Il primo problema è che con più H2O nell’atmosfera maggiore è il potenziale di nuvola che funge da feedback di raffreddamento negativo. In secondo luogo, non ci sono nemmeno misure grezze della quantità di H2O nell’atmosfera, quindi è impossibile determinare l’effetto di un’aggiunta umana. In terzo luogo, anche le misure della quantità di CO2 nell’atmosfera sono stime molto grossolane.

Ad esempio, due delle principali fonti naturali di CO2 sono gli oceani e la vegetazione in decomposizione. L’errore della stima per la produzione annuale di entrambe queste fonti, supera l’importo lordo stimato per la produzione umana.

Infine, l’IPCC afferma che l’attuale livello atmosferico di CO2 è di 400 parti per milione (ppm). Al Gore e altri ti faranno credere che questo sia il livello più alto di sempre. Persone come Bill McKibben di un’organizzazione chiamata 350.org si uniscono a Gore chiedendo una riduzione di quel livello. Il loro nome implica che questo è un livello ottimale. Mettiamolo nel contesto osservando una ricostruzione dei livelli di CO2 e di temperatura dedotti da una varietà di fonti geologiche e biologiche (Figura 6).

Tim Ball Co2 6

Alcuni punti importanti:

  • L’attuale livello sul lato destro mostra che 400 ppm è stato abbinato solo 300 milioni di anni fa (ya).
  • La lettura più alta è 7000 ppm.
  • Circa 438 milioni di ya, con CO2 atmosferica a 4500 ppm si è verificata l’era glaciale degli Ordoviciani.
  • Per gran parte degli ultimi 300 milioni di anni, il livello di CO2 è stato in media di 1200 ppm.

L’ultimo punto è importante perché la ricerca di Sherwood Idso e altri mostrano che questo è il livello ottimale per la crescita delle piante . È confermato negli ultimi 100 anni da serre commerciali che hanno iniettato questo livello per ottenere una resa quattro volte maggiore .

Quindi, ripara quella macchina e continua a guidare perché la CO2 che produce non sta causando il riscaldamento globale ed è, essenziale sia per la flora che per la fauna (che include te) sul pianeta Terra.

Fonte: Technocracy.news

La Base aerea USA Lajes Field nelle Isole Azzorre

Il drastico aumento dei casi di cancro sull’isola portoghese di Terceira, che fa parte dell’arcipelago delle Azzorre, potrebbe essere collegato ai rifiuti della base aerea statunitense di Lajes Field situata sull’isolotto, secondo quanto riportato dalla catena Ruptly.

La base situata a Terceira funge da punto di rifornimento di carburante per gli aerei statunitensi ed è il secondo deposito più grande dell’ Aeronautica militare americana dopo l’isola di Guam.

La base ha anche tutto il necessario per supportare gli aerei del Pentagono e della NATO, oltre agli aerei commerciali, in caso di emergenza medica o tecnica.

Base aerea USA Lajes Field nelle Isole Azzorre
Base aerea USA Lajes Field nelle Isole Azzorre.

Come riportato da Ruptly , negli ultimi anni sono state trovate grandi quantità di inquinanti pericolosi nei suoli e nelle falde acquifere dell’isola. Alcune aree potrebbero essere state contaminate a causa di massicci sversamenti di carburante, nonché a causa della presenza sull’isola di discariche all’aperto e di sospetti depositi di armi, oltre a possibili attività nucleari statunitensi.La crisi ambientale sulla piccola isola di soli 55.000 residenti, è venuta alla luce nel 2003, a causa di un rapporto riservato preparato dall’aviazione americana e pubblicato dal quotidiano locale Diario Insular. Nella pubblicazione sono riportate “30 aree di interesse”, nonché 17 fuoriuscite di carburante nel territorio della base durante la sua presenza sull’isola.

“Una fuoriuscita di carburante del JP-4 avvenne il 19 luglio 1984, quando fu inavvertitamente attivato un oleodotto sotterraneo abbandonato. Secondo le interviste, non c’erano attività di pulizia, si legge nel rapporto.

Segnale di pericolo di contaminazione radioattiva

Un altro studio, condotto nel 2005 e condiviso anche dall’Insular Journal, elenca le 38 aree dell’isola più contaminate da idrocarburi e metalli pesanti. Da parte sua, il National Civil Engineering Laboratory (LNEC, per il suo acronimo in portoghese) ha avviato un’indagine per scoprire le cause della contaminazione.Secondo Ruptly, i residenti di Terceira soffrono di leucemia e dei cosiddetti “rari casi di cancro” come il cancro agli occhi o il cancro ai polmoni nelle persone che non fumano, oltre ad altre malattie come demenza, infertilità e problemi cardiaci, più frequentemente degli abitanti di altre isole dell’arcipelago. I livelli di malattia sono particolarmente alti nel distretto di Praia da Vitória, dove si trova la base.

Come ha detto Madail Avil, residente locale che soffre di cancro al seno e i cui genitori sono anche morti di cancro, “è una grande coincidenza che ci siano così tanti casi di cancro nella stessa famiglia e nella stessa area geografica, dato che tutti questi casi sono geograficamente nella stessa area “.

A sua volta, un team scientifico della Higher School of Health e dell’Università delle Azzorre guidato da Norberto Messias lavora per dimostrare l’impatto che la base di Lajes ha sulla salute dei residenti locali e, determinare se esiste un legame tra inquinamento e alta tassi di cancro.

Norberto Messias, scienziato presso la Higher School of Health e l'Università delle Azzorre
Norberto Messias, scienziato presso la Higher School of Health e l’Università delle Azzorre.

“Ciò che ha motivato questo studio è il fatto che nei dati pubblicati relativi al periodo 2007-2011 abbiamo riscontrato un numero maggiore di casi di cancro nell’area di Praia da Vitoria rispetto al resto delle Azzorre, in particolare per quanto riguarda i tumori più insoliti, ad esempio il tumore agli occhi, con il 33% dei casi di Azzorre a Praia da Vitória, sebbene questa zona abbia solo l’8,52% della popolazione delle Azzorre “, ha affermato. Ha sottolineato che l’unica cosa che manca è “mettere insieme tutti i pezzi di questo puzzle”.

Il ricercatore ha anche mostrato ai corrispondenti di Ruptly un campione di roccia contaminata raccolta nella baia di Praia.

“Questo è un campione di idrocarburi residui, sedimenti di idrocarburi. Tutto ciò che manca qui per avere olio utilizzabile è ciò che è rimasto nei terreni dopo le fuoriuscite e le infiltrazioni”, ha spiegato.

Una roccia contaminata raccolta nella baia di Praia
Una roccia contaminata raccolta nella baia di Praia.

Da parte sua, un ex dipendente della base americana di Terceira, a Orlando Lima, ha usato apparecchiature di rilevazione a raggi X e particelle alfa, per analizzare il terreno di Pico Careca, una collina artificiale costruita fuori dal territorio della base e dove, secondo i residenti anche le attività nucleari locali potrebbero aver avuto luogo.“La prima volta che siamo stati qui, è stato ovunque. Il terreno era asciutto. Abbiamo avuto emissioni di particelle alfa ovunque”, ha detto. Ha sottolineato che la presenza atipica di radiazioni nel suolo potrebbe dimostrare la presenza di attività nucleare in passato.

“Questo è un inferno che si ripete in diverse isole occupate dagli americani. Questa è quasi una” politica sulla terra bruciata “, con i problemi che si accumulano e il governo locale che non fa nulla. La popolazione non ha la capacità di schierarsi, forse a causa dell’analfabetismo scientifico, della mancanza di conoscenza delle relazioni di causa ed effetto “, ha detto a Ruptly Felix Rodrigues, professore di fisica all’Università delle Azzorre.

A sua volta, l’ex sindaco di Praia de Vitoria Carlos Lima, ha detto che la collina si chiama Pico Careca (picco calvo) per un motivo.

“Conosco molti agricoltori che hanno cercato di piantare qualcosa lì e nulla è cresciuto”, ha rivelato. Ha anche detto che “in una terra con un terreno fertile come il nostro, dove seminiamo qualsiasi cosa e tutto cresce, dubito che sia successo qualcosa lì che metta fine a tutto ciò che viene seminato”, ha concluso.

Un pesce morto

Per quanto riguarda la legislazione che risolverebbe il problema dell’inquinamento, “ricorriamo alle indagini sul Canada o sui Paesi Bassi”, dal momento che “non abbiamo una legislazione che dice che” questo suolo è contaminato “, ha spiegato Rodrigues.“Abbiamo ‘solo’ 50 volte più di quanto è consentito nelle aree più inquinate di quei paesi. Questo è qualcosa di molto preoccupante. Le loro leggi li costringono a decontaminarli. E abbiamo ‘solo’ 50 volte più del massimo accettato. È incomprensibile di non agire “, ha detto.

Il residente locale Marcos Fagundes ha anche affermato che la contaminazione ha a che fare con l’aumento dei casi di cancro sull’isola.

“Più sono i casi di cancro, più la popolazione chiede, perché sta succedendo questo? Perché a Praia da Vitoria ci sono strade in cui tutte le case su un lato hanno o hanno avuto almeno un caso di cancro, e dall’altra parte colpisce quasi la metà? Non è normale “, ha detto. L’uomo, che è anche membro di un movimento civico in lotta per l’immediata decontaminazione dell’isolotto, è certo che il problema sia stato causato dall’aeronautica americana e che i responsabili “debbano pagarlo”.

Tuttavia, sia i funzionari statunitensi che portoghesi si sono rifiutati di commentare a Ruptly sulle accuse mosse dai residenti dell’isola. L’unico commento sulla situazione è stato pubblicato a dicembre, dopo la 38a sessione della Commissione bilaterale permanente degli Stati Uniti e del Portogallo (SBC).

“L’SBC è stato informato dello stato attuale dell’ambiente nell’isola di Terceira, in merito alle attività degli Stati Uniti alla base di Lajes Field, in particolare di due luoghi (Main Gate e South Tank Farm). Gli Stati Uniti e il Portogallo di monitorare questi problemi e incoraggiare gli esperti tecnici, a giungere a una conclusione sul modo migliore per risolvere il problema “, afferma la dichiarazione. Tuttavia, da quando questa dichiarazione è stata fatta, nessuna misura è stata resa pubblica.

Da parte loro, i cittadini locali, insieme a scienziati e accademici, promettono di continuare a lavorare per far luce sul problema ambientale e ripristinare la salute dell’isola.

Fuoriuscita di petrolio

Le basi statunitensi causano preoccupazioni simili non solo in Portogallo, ma anche nella vicina Spagna. Ad esempio, è noto che la base aerea Rota di Cadice, ha causato contaminazione con cherosene e altri combustibili. A Zamora si parla di “irrorazione clandestina” a causa degli aerei militari della NATO. “Dal 1999 vengono effettuate fumigazioni (irrorazioni) clandestine in Spagna, su velivoli militari della NATO e della Aviazione Civile, che gestiscono programmi di geoingegneria per manipolare il clima e le comunicazioni globali attraverso il controllo della stratosfera e della ionosfera a scopi militari. E Zamora è un’area particolarmente delicata poiché è il suo radar di sperimentazione”, ha detto a El Mundo Josefina Fraile, ex sindaco di Velilla del Río Carrión (Palencia).

Da mundo.sputnik

LA SAGA DELLA MENZOGNA

12 avvertimenti sugli apocalittici cambiamenti climatici degli ultimi 30 anni, che non sono mai accaduti.

Mentre le Nazioni Unite lanciano la sua ultima serie di  avvertimenti sugli apocalittici cambiamenti climatici, le nazioni coinvolte effettuano “tagli più profondi e più rapidi” alle emissioni che mai, vale la pena dare un’occhiata indietro nella storia per vedere se tali terribili avvertimenti hanno un certo grado di precisione .

Per almeno tre decenni scienziati e attivisti hanno avvertito che il mondo è sull’orlo di una crisi del riscaldamento globale che inonderà le città costiere, distruggerà strade e ponti con mega tempeste e porterà carestie diffuse e miseria in gran parte del mondo.

L’unica soluzione, dicono, è introdurre la sanzione di nuove tasse e liberare il mondo dai combustibili fossili, carbone, gas naturale e petrolio, che fungono da pilastri della società moderna.

Solo un’azione rapida e radicale può evitare i peggiori effetti del cambiamento climatico causato dall’uomo, organismi internazionali come le Nazioni Unite hanno messo in guardia per decenni. Naturalmente, la civiltà umana non è crollata in quel periodo, nonostante decenni di previsioni catastrofiche che ci restano solo anni per evitare il disastro.

Da un rapporto del DCNF  : queste previsioni fallite, tuttavia, non hanno impedito alle Nazioni Unite e ad altri di rilasciare le più stravaganti e apocalittiche dichiarazioni.

Per celebrare quasi tre decenni di previsioni terribili, ossia menzogne, presentiamo questo elenco di alcune delle più incredibili profezie da giorno del giudizio fatte da scienziati, attivisti e politici:

1. Avvertimenti apocalittici a ripetizione

Un gruppo di 1.700 scienziati ed esperti ha firmato una lettera di 25 anni fa, avvertendo di un massiccio collasso ecologico e sociale, se non fosse stato fatto nulla per frenare la sovrappopolazione, l’inquinamento e, in definitiva, la società capitalista in cui viviamo oggi.

L’Unione degli scienziati interessati ha pubblicato una seconda lettera all’inizio di quest’anno, avvertendo ancora una volta delle terribili conseguenze del riscaldamento globale e di altri presunti mali ecologici. Ora con un numero di 15.000 persone, il gruppo avverte “presto sarà troppo tardi per spostare la rotta dalla nostra traiettoria fallimentare e il tempo sta per scadere”.

“Dobbiamo riconoscere, nelle nostre vite quotidiane e nelle nostre istituzioni governative, che la Terra con tutta la sua vita è la nostra unica casa”, hanno avvertito gli scienziati e gli esperti.

È un avvertimento terrificante, se ignori il fatto che nessuno dei loro avvertimenti del 1992 si è realizzato.

2. Il pianeta sarà “inabitabile” entro la fine del secolo

Lo scrittore del New York Magazine David Wallace Wells ha pubblicato un articolo di 7.000 parole, in cui si afferma che il riscaldamento globale potrebbe rendere la Terra “inabitabile” entro “la fine di questo secolo”.

L’articolo di Wallace Wells ha messo in guardia dai terrori, come “Morte calda”, “Piaghe climatiche”, “Collasso permanente economico” e “Oceani avvelenati”.

“In effetti, in assenza di un adattamento significativo al modo in cui miliardi di esseri umani conducono la propria vita, parti della Terra diventeranno probabilmente quasi inabitabili e altre parti orribilmente inospitali, già alla fine di questo secolo”, ha scritto Wallace Wells.

3. La scadenza del riscaldamento globale del Principe Carlo è passata … e non è successo nulla

Il Principe Carlo notoriamente avvertito nel luglio 2009 che l’umanità aveva solo 96 mesi di tempo per salvare il mondo “dal clima distrutto e dagli ecosistemi al collasso, e tutto ciò che va con esso.” Questo termine è passato, e il principe non ha rilasciato un aggiornamento per cui il mondo deve essere salvato.

Anche se il recente “Paradise Papers” mostra che Charles ha fatto pressioni sui legislatori britannici, per attuare politiche a beneficio dell’investimento della sua azienda, in una società delle Bermuda che produce silvicoltura sostenibile. Quindi, questo è.

4. Scioglimento dei ghiacci ora.

Lo scrittore e scienziato del clima liberale, Eric Holthaus, affermò che il riscaldamento globale provocato  dall’uomo, avrebbe innescato “l’apocalisse dello scioglimento del ghiaccio” a un ritmo “troppo rapido perché l’umanità potesse adattarsi”.

Holthaus ha avvertito che il collasso all’ingrosso di due ghiacciai antartici, Pine Island e Thwaites, potrebbe avvenire prima di quanto si credesse, con il risultato di “allagare le città costiere e creare centinaia di milioni di rifugiati climatici”. Sembra terribile, ma le sue conclusioni non sono realmente supportate dalla scienza.

“Penso che il suo articolo sia troppo pessimista: sopravvaluta la possibilità di un disastro. Troppo presto, troppo sicuro ”, Tamsin Edwards, uno scienziato che ha studiato l’Antartide, ha scritto in The Guardian sull’articolo di Holthaus.

5. Il 2015 è l’ultima “effettiva opportunità” per fermare il riscaldamento catastrofico

I leader mondiali riuniti in Vaticano hanno   rilasciato una dichiarazione  affermando che il 2015 è stata “l’ultima effettiva opportunità di negoziare accordi che mantengono il riscaldamento indotto dall’uomo al di sotto dei 2 gradi [Celsius]”.

Papa Francesco vuole pesare sul riscaldamento globale e dovrebbe emettere un’enciclica dicendo sostanzialmente la stessa cosa. Francesco, ha ribadito che il 2015 è l’ultima possibilità per fermare il riscaldamento massiccio globale.

Ma ciò che dovrebbe davvero dire è che la conferenza delle Nazioni Unite è l ‘”ultima” possibilità di concludere un accordo per arginare il riscaldamento globale … dallo scorso anno, quando le Nazioni Unite hanno detto sostanzialmente la stessa cosa sul vertice del clima del 2014.

6. Il ministro degli Esteri francese ha dichiarato che abbiamo solo “500 giorni” per fermare il “caos climatico”

Quando Laurent Fabius ha incontrato il Segretario di Stato John Kerry il 13 maggio 2014, per parlare di questioni mondiali, ha affermato che “abbiamo 500 giorni per evitare il caos climatico”.

Ironia della sorte al momento dei commenti di Fabius, le Nazioni Unite avevano programmato un vertice sul clima per incontrarsi a Parigi nel dicembre 2015, circa 565 giorni dopo le sue osservazioni. Sembra che le Nazioni Unite siano in ritardo di 65 giorni per salvare il mondo.

climate-scientist-save-jobs

7. L’ex presidente Barack Obama è l’ultima possibilità per fermare il riscaldamento globale

Quando Obama ha promesso alla campagna di “rallentare l’ascesa degli oceani”, alcuni ambientalisti potrebbero averlo preso alla lettera.

Il presidente della Fondazione delle Nazioni Unite Tim Wirth ha dichiarato a Climatewire nel 2012, che il secondo mandato di Obama è stato “l’ultima finestra di opportunità” per imporre politiche per limitare l’uso di combustibili fossili.

Wirth ha detto che è “l’ultima possibilità che abbiamo di ottenere qualcosa che si avvicina a 2 gradi centigradi”, aggiungendo che se “non lo facciamo ora, stiamo mettendo il mondo in un posto drasticamente diverso”.

Ancor prima, l’allora capo della National Aeronautics and Space Administration Goddard Space Flight Center, James Hansen, aveva avvertito nel 2009 che Obama “ha solo quattro anni per salvare la Terra”.

8. Ricordi quando abbiamo avuto “ore” per fermare il riscaldamento globale?

I leader mondiali si sono incontrati a Copenaghen, in Danimarca, nel 2009 per ritirare potenzialmente un altro trattato sul clima. Nello stesso anno, il capo del Green Party canadese scrisse che mancavano solo “ore” per fermare il riscaldamento globale.

“Abbiamo ore per agire ed evitare uno tsunami al rallentatore che potrebbe distruggere la civiltà come la conosciamo”, ha scritto Elizabeth May, leader dei Verdi in Canada, nel 2009.

“La Terra ha molto tempo. L’umanità no. Dobbiamo agire con urgenza. Non abbiamo più decenni, abbiamo ore. Lo segneremo in Earth Hour sabato. ”

9. Il Primo Ministro del Regno Unito Gordon Brown ha dichiarato che mancano solo 50 giorni per salvare la Terra

L’anno 2009 è stato un brutto periodo per le previsioni sul riscaldamento globale. Quell’anno Brown ha avvertito che ci sono stati solo “50 giorni per salvare il mondo dal riscaldamento globale”, ha riferito la  BBC . Secondo Brown non c’era “nessun piano B.”

Da allora Brown è stato messo fuori servizio.

10. Il principale scienziato delle Nazioni Unite per il clima ha dichiarato nel 2007 che avevamo solo quattro anni per salvare il mondo

Rajendra Pachauri, ex capo del gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici, ha dichiarato nel 2007, che se “non c’è azione prima del 2012, sarà troppo tardi”.

“Ciò che facciamo nei prossimi 2-3 anni determinerà il nostro futuro. Questo è il momento decisivo “, ha detto.

Bene, è il 2017 e non è stato presentato alcun nuovo trattato ONU sul clima. L’unica cosa che è cambiata da allora è che Pachauri è stato costretto a dimettersi all’inizio di quest’anno, tra le accuse anche quella che ha molestato sessualmente diverse colleghe.

11. Gli ambientalisti hanno avvertito nel 2002 che il mondo aveva un decennio per diventare verde

Lo scrittore ambientalista George Monbiot, ha scritto nel Guardian del Regno Unito che entro “appena 10 anni, il mondo dovrà affrontare una scelta: l’agricoltura dei seminativi, o continua a nutrire gli animali del mondo o continua a nutrire le persone del mondo. Non può fare entrambe le cose. ”

Circa 930 milioni di persone in tutto il mondo sono state denutrite nel 2002, secondo i dati delle Nazioni Unite. Entro il 2014, quel numero si è ridotto a 805 milioni. Scusa, Monbiot.

12. Edizione degli anni ’80 dell’apocalisse sul riscaldamento globale

Alla fine degli anni ’80 le Nazioni Unite affermavano già che il mondo aveva solo un decennio, per risolvere il riscaldamento globale o affrontarne le conseguenze.

Il San Jose Mercury News riportava il 30 giugno 1989, che un “alto funzionario ambientale delle Nazioni Unite, Noel Brown, afferma che intere nazioni potrebbero essere spazzate via dalla faccia della terra dall’innalzamento del livello del mare, se il riscaldamento globale non si fosse invertito entro l’anno 2000 “.

Quella previsione non si è avverata 19 anni fa e oggi le Nazioni Unite stanno suonando lo stesso allarme.

Articoli correlati :

https://koenig2099.wordpress.com/2018/05/22/il-tentativo-delle-nazioni-unite-di-creare-un-patto-sui-cambiamenti-climatici-legalmente-vincolante/

https://koenig2099.wordpress.com/2018/11/01/al-gore-ammette-che-il-rapporto-sui-cambiamenti-climatici-dellonu-e-stato-rafforzato/

https://koenig2099.wordpress.com/2019/01/29/lo-scienziato-harold-lewis-disse-che-il-riscaldamento-globale-e-una-truffa-da-miliardi-di-dollari/

https://koenig2099.wordpress.com/2019/11/10/lo-scienziato-padre-del-riscaldamento-globale-ammette-infine-che-la-teoria-e-sbagliata/

 

 

La Rivista Scientifica Americana pubblica severi avvertimenti sul 5G

È tempo che tutti prestiamo attenzione ai pericoli del 5G. Recentemente, la rivista Scientific American (SciAm) ha emesso un serio avvertimento sui noti e potenziali pericoli della tecnologia 5G.

Scientific American è la rivista mensile più antica degli Stati Uniti, fondata da Rufus M. Porter nel 1845, e stampa mensilmente dal 1921. È stata concordata da molti come una pubblicazione influente e affidabile, rinomata per i suoi rigorosi standard scientifici.

In questo recente articolo dell’Università della California, il ricercatore di salute pubblica Berkeley Joel M. Moskowitz sostiene che il 5G, e la precedente tecnologia wifi, è molto più dannoso di quanto il governo e l’industria delle telecomunicazioni vogliano farci credere.

La sua preoccupazione principale si concentra su un annuncio della FCC, reso in un comunicato stampa , che la FCC è vicina a riaffermare i limiti di esposizione alle radiazioni in radiofrequenza (RFR) che in precedenza erano ritenuti sicuri dalla Commissione negli anni ’90 … prima dell’introduzione del 5G , 4G, 3G, 2G o anche WiFi.

Come puoi vedere nell’immagine sopra, la tecnologia 5g è al confine con le radiazioni a microonde, ed è questo passaggio dalle frequenze radio a un livello di frequenza molto più pericoloso che coinvolge la maggior parte delle persone.

Fondamentalmente, gli standard di sicurezza che la FCC vuole mantenere sono pericolosamente obsoleti e non riflettono le crescenti prove scientifiche che dimostrano che i livelli non sono sicuri.

Joel Moskowitz aggiunge che i limiti di esposizione degli anni ’90 affrontano solo la singolare preoccupazione per i potenziali effetti dell’intensità dell’esposizione a RFR. Con la ricerca che ora abbiamo a disposizione, le preoccupazioni per la salute sono molto più ampie, incluso il rischio di cancro, tra molte altre cose.

Joel M. Moskowitz, Scientific American  afferma:

“L’ultima tecnologia cellulare, il 5G, utilizzerà   per la prima volta onde millimetriche oltre alle microonde utilizzate per le tecnologie cellulari più vecchie, dal 2G al 4G. Data la portata limitata, il 5G richiederà antenne cellulari ogni 100-200 metri, esponendo molte persone alle radiazioni delle onde millimetriche. Il 5G impiega anche nuove tecnologie (ad esempio, antenne attive in grado di formare fasci; array a fasi; enormi ingressi e uscite multipli, noti come MIMO massiccio) che pongono sfide uniche per misurare le esposizioni.

Le onde millimetriche vengono assorbite per lo più entro pochi millimetri dalla pelle umana e negli strati superficiali della cornea. L’esposizione a breve termine può avere effetti fisiologici negativi sul sistema nervoso periferico, sul sistema immunitario e sul sistema cardiovascolare. La ricerca suggerisce che l’esposizione a lungo termine può comportare rischi per la salute della pelle (ad es. Melanoma), degli occhi (ad es. Melanoma oculare) e dei testicoli (ad es. Sterilità).

I limiti di esposizione RFR della FCC regolano l’intensità dell’esposizione, tenendo conto della frequenza delle onde portanti, ma ignorano le proprietà di segnalazione della RFR. Insieme allo schema e alla durata delle esposizioni, alcune caratteristiche del segnale (ad es. Pulsazioni, polarizzazione)  aumentano gli impatti biologici e sulla salute  dell’esposizione. Sono necessari nuovi limiti di esposizione che spiegano questi effetti differenziali. Inoltre, questi limiti dovrebbero essere  basati su un effetto biologico , non su un cambiamento nel comportamento di un topo da laboratorio. “

5g1

Nella foto sopra un emettitore 5G in una fermata parigina.

Moskowitz ha anche citato l’ International EMF Scientist Appeal , che elabora gli effetti pericolosi ormai noti delle radiazioni in radiofrequenza:

“Numerose pubblicazioni scientifiche recenti hanno dimostrato che i campi elettromagnetici colpiscono gli organismi viventi a livelli ben al di sotto della maggior parte delle linee guida internazionali e nazionali. Gli effetti includono un aumento del rischio di cancro, stress cellulare, aumento dei radicali liberi dannosi, danni genetici, cambiamenti strutturali e funzionali del sistema riproduttivo, deficit di apprendimento e memoria, disturbi neurologici e impatti negativi sul benessere generale nell’uomo. Il danno va ben oltre la razza umana, in quanto vi sono prove crescenti di effetti dannosi per la vita sia delle piante che degli animali. “[ Fonte ]

Moskowitz menziona anche:

“Gli scienziati che hanno firmato questo appello costituiscono probabilmente la maggior parte degli esperti sugli effetti delle radiazioni non ionizzanti. Hanno pubblicato più di 2000 articoli e lettere su EMF su riviste professionali. “

Invitando ricercatori e responsabili politici a prendere in considerazione gli oltre 500 studi di ricerca sottoposti a peer review , “effetti biologici dannosi o sulla salute derivanti dall’esposizione a RFR a intensità troppo basse per causare un riscaldamento significativo”,

Moskowitz ritiene che siano necessari studi più rigorosi prima che l’implementazione del 5G prosegua. E siamo d’accordo. E tu? Ci sono molte informazioni su questo argomento disponibili su Internet. Consigliamo a te e a chiunque sia interessato alla propria salute di effettuare ricerche prima di adottare nuove tecnologie, in particolare il 5G.

Fondamentalmente, la giuria scientifica ha raggiunto una conclusione sugli effetti dannosi della RFR e finora la FCC ignora il suo dovere di mettere la sicurezza pubblica al di sopra degli interessi aziendali.

Moskowitz affronta anche il fatto che i gestori delle pubbliche relazioni industriali e i funzionari del governo si riferiscono quasi sempre a punti di vista opposti come “teppismo della paura” o “teorie della cospirazione”.

Vuole chiarire sottolineando che l’attuale ricerca scientifica è molto legittima e che tutti dovremmo assumerci più responsabilità per parlare e indagare su queste preoccupazioni.

Moskowitz continua:

“L’industria delle telecomunicazioni e i loro esperti hanno accusato molti scienziati che hanno studiato gli effetti delle radiazioni dei telefoni cellulari di” paura del mutamento “sull’avvento del 5G della tecnologia wireless. Poiché gran parte della nostra ricerca è finanziata con fondi pubblici, riteniamo che sia nostra responsabilità etica informare il pubblico su ciò che la letteratura scientifica peer-reviewed ci dice sui rischi per la salute derivanti dalle radiazioni wireless. ”

Articoli correlati:

https://koenig2099.wordpress.com/2019/03/13/clamoroso-precedente-tribunale-inglese-sentenza-5g-pericoloso-lecito-parlarne/

https://koenig2099.wordpress.com/2019/02/26/26-000-scienziati-si-oppongono-al-lancio-del-5g/

 

Entro il 2019 sarà operativo un recinto (griglia) spaziale globale

Lo Space Fence è un sistema di sorveglianza spaziale di seconda generazione attualmente in fase di costruzione da parte dell’Aeronautica Militare americana e Lockheed Martin al fine di tracciare i satelliti artificiali e i detriti spaziali nell’orbita terrestre. Iniziato nel 2014 con un budget iniziale di 1,594 miliardi di dollari, dovrebbe essere pienamente operativo entro il 2019.

L’impianto di recinzione spaziale iniziale sarà situato presso l’atollo di Kwajalein nelle Isole Marshall, insieme a un’opzione per un altro sito radar nell’Australia occidentale.

Sembra un progetto benevolo, il cui obiettivo è quello di ripulire i detriti spaziali e migliorare il rilevamento di eventi spaziali come tempeste solari, che portano a terremoti.

Scava più a fondo e scopri che questo progetto non ha nulla a che fare con la benevolenza, ma tutto ciò che riguarda il rafforzamento del controllo che i nostri padroni aziendali hanno sulla razza umana.

Lo Space Fence avrà la capacità di sorvegliare tutto sulla Terra fino al tuo DNA. È stato progettato per funzionare in LEO (Low Earth Orbit) come una grande macchina interconnessa, gestita da AI (intelligenza artificiale) e unita alla tecnologia attuale (armata) interagendo con torri di telefoni cellulari, Gwen Towers, Nexrad Towers, (vedi 5G) particelle di metallo e altro, per creare un gigantesca rete wireless che ci manipola attraverso la ionizzazione della nostra atmosfera.

Secondo Elena Freeland, autrice di Chemtrails, HAARP e Full Spectrum Dominance of Planet Earth, che presto pubblicherà un libro sull’argomento, lo Space Fence alla fine si svilupperà in un anello conduttivo di Saturno attorno all’equatore terrestre. Da lì, potrebbe essere utilizzato per facilitare un blocco completo delle comunicazioni planetarie (comprese le nostre comunicazioni sul DNA, poiché siamo creature elettriche), in linea con gli obiettivi C4 del MIC (comando, controllo, comunicazioni e computer).

Freeland afferma che lo Space fence avrà il potere di trasformare totalmente l’intero ambiente del pianeta.

Questo è uno dei motivi principali per cui spruzzano i nostri cieli con varie nano particelle di metallo. Le masse sono più facili da controllare poiché i metalli fungono da ricevitori di trasmissioni wireless.

Lo Space Fence implica un controllo assoluto su spazio, scie chimiche, nanotecnologie, terraformazione, alterazione genetica, transumanesimo e IA. Il fine del gioco è controllare il nostro sistema nervoso e il nostro stesso DNA.

Benvenuti nella realtà.

Lo scienziato “Padre Del Riscaldamento Globale” ammette infine che la teoria è sbagliata

Scritto da Baxter Dmitry

Lo scienziato ampiamente noto come il “Padre del riscaldamento globale” ha ammesso per la prima volta che i dati utilizzati per promuovere la sua teoria del cambiamento climatico, erano falsi e manipolati fraudolentemente da Al Gore per soddisfare un’agenda.

Nel 1988 l’ex scienziato della NASA, James Hansen, ha testimoniato al Congresso durante un’audizione sul  riscaldamento globale  organizzata dall’allora deputato Al Gore, per produrre modelli scientifici basati su una serie di scenari diversi che potrebbero avere un impatto sul pianeta.

Secondo Hansen, Al Gore ha messo i dati forniti in uno “scenario peggiore” e li ha intenzionalmente distorti, rinominandolo come “riscaldamento globale”, facendo decine di milioni di dollari nel processo.

Il modello è stato intitolato “Scenario B” ed è stato uno dei tanti forniti al Congresso da Hansen, tuttavia ha escluso fattori significativi nel senso che non rifletteva le condizioni del mondo reale. Ciò non ha impedito ad Al Gore e agli allarmisti climatici, di utilizzare i dati per fuorviare milioni di persone in tutto il mondo.

Tuttavia, un nuovo studio che confronta i dati del mondo reale con il modello originale dello Scenario B, non trovando alcuna correlazione, ha ricevuto il sostegno di Hansen, con il “Padre del riscaldamento globale” che ammette di essere ” devastato ” dal modo in cui i suoi dati sono stati utilizzati dal clima allarmisti.

I dati del mondo reale mostrano che “la scienza non è risolta”

La terribile previsione climatica che è stata presa dal modello dei dati di Hansen ” sopravvaluta significativamente il riscaldamento ” osservata nel mondo reale dagli anni ’80, secondo la nuova analisi.

padre-global-warming

Dr. Ross McKitrick, afferma che i dati del mondo reale mostrano che non si è verificato alcun riscaldamento globale.

Rapporti del Western Journal  : l’economista Ross McKitrick e lo scienziato del clima John Christy hanno scoperto che le tendenze del riscaldamento corrispondono alla fascia bassa di ciò che Hansen, ha detto al Congresso durante un’audizione sul riscaldamento globale organizzata dall’allora deputato Al Gore.

“I modellisti climatici obietteranno che questa spiegazione non si adatta alle teorie sul cambiamento climatico”, hanno scritto i due  .

“Ma quelle erano le teorie che Hansen usava e non si adattavano ai dati.

“La linea di fondo è che la scienza del clima codificata nei modelli è tutt’altro che risolta.”

Gli scienziati del clima del Cato Institute Patrick Michaels e Ryan Maue hanno scritto che “le temperature superficiali si stanno comportando come se avessimo superato 18 anni fa, le emissioni di anidride carbonica responsabili del maggiore effetto serra”.

“Ma non l’abbiamo fatto. E non è solo il signor Hansen a sbagliare ”, ha scritto Michaels e Maue  nel Wall Street Journal di giugno.

L’opinione pubblica della WSJ ha scatenato un acceso dibattito sull’accuratezza delle previsioni di Hansen.

Numerosi resoconti dei media che hanno intervistato scienziati climatici hanno affermato che le previsioni di Hansen, pubblicate nel 1988, erano praticamente corrette.

Le terribili previsioni sul riscaldamento globale di Hansen hanno compiuto 30 anni quest’anno, innescando la copertura mediatica della loro precisione.

Hansen, il cosiddetto “padrino” del riscaldamento globale, ha persino detto all’Associated Press “Non voglio avere ragione in quel senso”.

Alcuni scienziati hanno spostato la soglia e hanno discusso anche se le previsioni di temperatura di Hansen erano fuori, ha ottenuto la forzatura radiativa dalle emissioni di gas a effetto serra corrette.

Zeke Hausfather @hausfath
 · 22 giu

In un post informativo di RealClimate oggi, ClimateOfGavin stima come le temperature sarebbero cambiate nel tempo se il modello di Hansen usasse la nostra migliore stima attuale del forzante radiattivo osservato: http: // www. realclimate.org/index.php/arch ives / 2018/06/30-after-hansens-testimone /  … 7/8 pic.twitter.com/waBeoypy0v

Zeke Hausfather @hausfath

In sintesi, il modello di Hansen ha ottenuto una relazione tra l’aumento dei gas a effetto serra (e altre forzanti climatiche) e il surriscaldamento del riscaldamento globale. Ciò che non ha funzionato (e che nessuno poteva ragionevolmente aspettarsi di ottenere nel modo giusto) è come le emissioni cambieranno in futuro. 8/8

al-gore-cambiamenti climatici

Al Gore ha preso i dati dello “scenario peggiore”, li ha ribattezzati “Riscaldamento globale” ed è diventato un multimilionario.

Tuttavia, l’analisi di McKitrick e Christy tiene conto di tali obiezioni, sottolineando che la previsione di Hansen sulle emissioni di anidride carbonica era in realtà vicina a quanto osservato, semplicemente non c’era nessun riscaldamento.

Si scopre che la proiezione dello scenario peggiore di Hansen sul riscaldamento globale, noto come Scenario B, tiene conto solo delle emissioni di anidride carbonica, ma mostra ancora troppo riscaldamento, scrivono McKitrick e Christy.

“Ciò che conta davvero è la tendenza nell’intervallo di previsione, ed è qui che i problemi diventano visibili”, hanno scritto McKitrick e Christy.

La conclusione di Hansen, hanno scritto, “sopravvaluta significativamente il riscaldamento”.

Maggiori informazioni su  yournewswire.com

https://principia-scientific.org/father-of-global-warming-scientist-finally-admits-theory-is-wrong/?fbclid=IwAR1UhA0no0PPEdVBIl9j_oYoDDeB-I015St2ftZgtcYA2oDLOKhQkqs2QKs 

Più di 100 anziani sono morti dopo aver ricevuto questo vaccino antinfluenzale dato dalle farmacie

 

Come accade ogni inverno, la spinta di marketing per ricevere un vaccino antinfluenzale continua. CVS offre un pass per lo shopping del 20% quando ricevi il vaccino antinfluenzale. Stanno anche commercializzando un vaccino ad alte dosi, che è ovviamente più redditizio per il produttore e la farmacia, ma ci sono molte ragioni per diffidare di esso, specialmente per gli anziani.

Fluzone® High-Dose è un vaccino iniettabile, specificamente approvato per le persone di età pari o superiore a 65 anni. Prodotto da Sanofi Pasteur, questo vaccino contiene tre ceppi di influenza e quattro volte più antigene (sostanza che provoca una risposta immunitaria) rispetto ai normali vaccini antinfluenzali, afferma CVS Pharmacy (Rite Aid lo offre anche e ammette che “sono in corso ulteriori studi” per vedere se offre effettivamente un miglioramento).

La farmacia ammette che il vaccino non è raccomandato a chiunque abbia avuto in passato reazioni avverse (in particolare la sindrome di Guillain-Barré) ai vaccini.

Ma tra le loro campagne di marketing e la promozione di un buono acquisto del 20%, hanno omesso un’informazione vitale: 105 anziani sono morti dopo aver preso parte a due studi sul vaccino ad alte dosi di Fluzone e 91 sono morti dopo aver ricevuto il normale vaccino Fluzone. 

Morti dopo le prove cliniche di Fluzone

Fluzone 2

Anche il Rite Aid e altre farmacie offrono il bonus, ma molte persone si sono chieste se agli anziani viene detta la verità sui loro rischi.

Sono stati condotti due studi clinici prima che Fluzone ricevesse l’approvazione. Entrambi gli studi sono stati condotti e sponsorizzati da Sanofi Pasteur, lo stesso produttore di vaccini (chiaro potenziale di conflitto di interessi).

Nel primo studio 2.573 adulti di età pari o superiore a 65 anni hanno ricevuto il Fluzone ad alte dosi e 1.260 hanno ricevuto regolarmente i colpi di Fluzone. Di questi, un numero sorprendente di anziani, 156 riceventi ad alta dose e 93 soggetti a dose regolare, hanno avuto un evento avverso grave (SAE) entro 6 mesi dalla vaccinazione.

Inoltre, 16 soggetti in trattamento con alte dosi e 7 con dosi regolari sono deceduti tra 29 e 180 giorni dopo la vaccinazione. Ma come dice il foglietto illustrativo ricevuto da pazienti ignari, “non sono stati riportati decessi entro 28 giorni dalla vaccinazione”.

Le aziende farmaceutiche sono state conosciute per presentare e formulare risultati di studio in modi che minimizzano i rischi, e molti si sono chiesti se questo è davvero il caso di Fluzone, incluso il sito Web Health Impact News in un articolo del 2013 diventato virale sui social media. Di solito gli studi riportano i risultati in numeri arrotondati, come ad esempio quali reazioni avverse si sono verificate durante i primi 30, 60 e 90 giorni. In questo caso lo studio ha scelto di indicare nel pacchetto che nessuno è morto durante i primi 28 giorni. Ma un totale di 23 partecipanti (dose alta e dose regolare) sono deceduti a partire dal giorno 29. Perché hanno scelto il 29 ° giorno per iniziare a contare?

flu22

Secondo studio: più reazioni avverse, morti 

Nel secondo studio 15.992 adulti di età pari o superiore a 65 anni hanno ricevuto il Fluzone ad alte dosi e 15.991 hanno ricevuto il Fluzone normale. I risultati mostrano che 1.323 pazienti trattati con Fluzone ad alta dose e 1.442 regolari avevano un SAE entro 6-8 mesi dopo la vaccinazione (204 ad alta dose e 200 a dose regolare hanno sperimentato un SAE entro 30 giorni). Inoltre, 83 ad alta dose e 84 a dose regolare sono decedute entro 6-8 mesi e 6 soggetti a dose elevata sono deceduti entro 30 giorni dalla vaccinazione.

Secondo il foglio informativo sul vaccino Fluzone nessuno di questi decessi era collegato al vaccino. Essi affermano che “questi dati non forniscono evidenza di una relazione causale tra morti e la vaccinazione con Fluzone ad alte dosi.”

Il primo studio afferma che i decessi non possono essere collegati allo studio clinico perché “la maggior parte di questi partecipanti aveva una storia medica di malattie cardiache, epatiche, neoplastiche, renali e o respiratorie”. Il secondo studio afferma lo stesso a causa della maggioranza dei partecipanti che hanno “una o più malattie croniche da comorbilità”.

Sorge la domanda: senza ulteriori indagini, come sono arrivati alla conclusione che nessuna delle morti era connessa alla vaccinazione? Perché i dati tra anziani con condizioni esistenti e senza condizioni esistenti non sono mai stati confrontati o aggiunti al foglietto illustrativo? E possiamo fidarci della parola dell’azienda farmaceutica che ha sponsorizzato il proprio studio?

Ad ogni modo, 105 decessi e l’enorme quantità di effetti avversi registrati tra i due studi sono serie bandiere rosse per chiunque stia considerando un vaccino antinfluenzale. Gli eventi avversi gravi includono problemi potenzialmente letali come la sindrome di Guillain-Barré, che presenta sintomi simili alla poliomielite inclusa la paralisi.

Forse, questo è uno dei motivi per cui quando riceve il vaccino, il paziente deve prima firmare un modulo di consenso.

Il modulo di consenso: consapevolezza del rischio e incapacità di individuare l’azienda

Quando riceve una vaccinazione (questa da Rite Aid), il paziente deve leggere e firmare un modulo che include quanto segue:

“Ho letto il foglio informativo sulla vaccinazione (VIS) riguardante i vaccini. Ho avuto l’opportunità di porre domande che mi hanno risposto in modo soddisfacente e di comprendere i benefici e i rischi dei vaccini. Acconsento o autorizzo la somministrazione del / i vaccino / i. Rilascio e esonero completamente la Rite Aid Corporation, le sue affiliate, i suoi funzionari, direttori e dipendenti da qualsiasi responsabilità per malattia, infortunio, perdita o danno che può derivarne “, afferma il modulo di consenso di Rite Aid .

Ci sono due parti importanti di questo consenso: stai firmando che comprendi i rischi e che non puoi fare causa alla società in caso di reazioni avverse.

Per comprendere appieno i rischi, è necessario leggere la scheda informativa completa su Fluzone o Fluzone High-Dose, che include i dati sugli studi clinici e sui decessi post-vaccinazione, nonché quasi 30 reazioni avverse (da lievi a potenzialmente morte- minaccioso) segnalato dopo l’approvazione del vaccino. Tuttavia, questo foglio è stampato solo per il fornitore di servizi sanitari e non è probabile che lo mostrino al paziente (potrebbero nascondere qualcosa)?

Cosa riceve il paziente? –  Una scheda informativa ufficiale per il paziente che elenca solo dolore, dolori, stanchezza e mal di testa per gli effetti collaterali di Fluzone ad alte dosi e ti dice di chiedere il resto al tuo medico. È qui che, come paziente, devi essere vigile e porre domande molto specifiche e fare le tue ricerche.

La seconda parte del tuo consenso è capire che non puoi fare causa alla farmacia che ti ha vaccinato, ma è anche importante sapere che non puoi fare causa anche al produttore del vaccino.

A differenza di aver citato in giudizio la società che ha prodotto un farmaco che ha causato una reazione avversa (che sta diventando un grosso problema come hanno notato chiunque guardi la TV a tarda notte), i produttori di vaccini non possono essere citati in giudizio. Invece, le reazioni avverse possono essere segnalate a The Vaccine Adverse Event Reporting System ( VAERS ) e la persona può richiedere un risarcimento attraverso il National Vaccine Injury Compensation Program ( VICP ), che ha versato oltre 3 miliardi di dollari alle vittime di lesioni da vaccino da quando è stato avviato nel 1986 (i due terzi dei richiedenti sono respinti, quindi il numero reale delle vittime potrebbe essere molto più elevato).

Mentre alcune persone hanno avuto successo nel dimostrare che il vaccino ha causato un infortunio (come nel caso di Bailey Banks il cui vaccino MMR ha causato l’ADEM , un intenso gonfiore nel cervello), i produttori di vaccini non possono mai essere ritenuti responsabili. È una sfortunata realtà che ha permesso all’industria di prosperare anche se questi “eventi avversi significativi” (come i decessi) continuano a crescere. Assicurati di tenere a mente questi punti prima che tu o la persona amata entrino a farsi vaccinare.

Dichiarazione di non responsabilità: questo articolo è solo a scopo informativo. Consultare un medico prima di apportare modifiche importanti alla propria salute, dieta o routine legata alla medicina. 

More Than 100 Seniors Died After Receiving This Flu Shot Given By Pharmacies

“Chemtrail lung”, l’ epidemia che causa problemi al cervello e ai polmoni in tutto il mondo.

Con il termine “chemtrail lung” che letteralmente tradotto significa “scia chimica polmone”, il Dottor Enrico Melson si riferisce alle affezioni polmonari e non solo, dovute alla avio dispersione di sostanze chimiche neuro tossiche nel cielo.

Le scie chimiche tramite il piano di geoingegneria clandestina che noi tutti vediamo da decenni.

Il dott. Enrico Melson è uno specialista in medicina del lavoro a Burbank, in California. Ha conseguito la laurea in medicina presso la University of California Irvine School of Medicine.

L’ irrorazione delle scie chimiche era un argomento ridicolizzato e negato dagli organi mondiali, ma ora sono più ampiamente riconosciute da “esperti” come i meteorologi e gli scienziati, specialmente negli ultimi mesi che stanno con ogni canale a loro disposizione di renderla ufficiale. Sta diventando sempre più difficile negare quello che tutti vedono, mentre sempre più persone stanno manifestando malattie legate alle scie chimiche.

Quando la conduttrice televisiva Rachel Reenstra ebbe difficoltà a superare una tosse persistente, accompagnata da dolori e febbre, visitò un dottore. Dopo che le radiografie del torace hanno rivelato un tipo di bronchite, le è stato somministrato un antibiotico, che sembrava solo farla sentire peggio.

rachel-reenstra-1jpg-83cea82fc6f43c8d

Il suo medico le ha detto che molte infezioni batteriche stanno andando in giro e quando lei gli ha chiesto da dove vengono, le ha detto la verità che molti medici non oserebbero rivelare ai loro pazienti: le scie chimiche sono al centro di problemi polmonari diffusi in tutto il mondo. Sorpresa dal suo candore, ha chiesto se poteva filmarlo mentre parlava del fenomeno. Si può vedere il video qui sotto:

Il dottore dice di essere stato testimone di centinaia di californiani che soffrono di questo problema, che lui chiama “chemtrail lung”. Dice che è un “problema emergente” che viene affrontato in tutto il mondo, con gas tossici, sostanze chimiche, particelle di virus, metalli pesanti e altri gas che vengono spruzzati nell’atmosfera portando a livelli problematici di infezioni respiratorie.

Ha aggiunto che è particolarmente brutto dove Reenstra vive in California grazie alla vicinanza all’aereoporto di Palmdale. Ha detto che la topografia dell’area e i venti di Santa Ana peggiorano questo problema, e il fatto che molte delle città più inquinate della nazione si trovino in California non aiuta. Inoltre, ha citato i gas di fracking come contributo al problema, insieme all’uso eccessivo di antibiotici e inalazione di muffe e funghi.

È interessante notare che i sintomi di Reenstra inizialmente hanno indicato l’influenza. Quando ha detto al suo dottore che non aveva avuto un vaccino antinfluenzale, si senti’ sollevato. Nel video, si può anche vedere il coraggioso dottore che ammette di non raccomandare la vaccinazione antinfluenzale, fatta eccezione per pochi eletti e, anche in questo caso, si sconsiglia di farlo ogni anno. Egli sottolinea che gli scienziati fondamentalmente indovinano cosa includere nel vaccino di ogni anno, e alcuni anni sono meno del 20% efficaci. Sente che non è di beneficio ai pazienti, e che è meglio essere proattivi per la salute e la prevenzione piuttosto che fare affidamento su di essi.

Sia il dottore che Reenstra stanno mettendo a rischio la loro carriera parlando pubblicamente di questo argomento controverso, e si può solo sperare che il loro coraggio ispiri gli altri a parlare apertamente.

Quasi tutti sulla Terra respirano aria avvelenata

A proposito, non sono solo le scie chimiche che ci devono preoccupare, c’è anche la questione del particolato . Il tipo di particolato fine che proviene dagli scarichi delle auto, ad esempio, può causare infiammazioni ai polmoni ed altro, contribuendo all’ insorgere di malattie cardiache e all’insulino-resistenza.

Un recente rapporto dell’Istituto per gli effetti sulla salute ha rilevato che il 95 percento della popolazione del nostro pianeta respira aria pericolosa , che proviene da tutto, dalla combustione di combustibili solidi come il carbone o la biomassa alle emissioni dei trasporti. L’anno scorso, più di SEI MILIONI di morti sono stati collegati all’inquinamento atmosferico, con cause come malattie polmonari croniche, cancro ai polmoni, ictus o infarto.

Con così tante tossine che galleggiano nell’aria che respiriamo, l’ultima cosa di cui abbiamo bisogno sono le scie chimiche che introducono ancora più sostanze tossiche nella nostra aria. 

A proposito di Rachel Reenstra, si è laureata al Hope College e ha conseguito un master in psicologia spirituale. Attrice / conduttrice / autrice / commediante ha interpretato ruoli importanti in vari film e programmi televisivi, tra cui numerose sitcom, dozzine di spot pubblicitari e ha eseguito centinaia di voice over ed è un oratore pubblico oltre che un cabarettista. È la conduttrice attuale del weekend Disney-ABC Television Group La serie di tre volte nominata agli Emmy The Wildlife Docs nella sua quinta stagione è stata girata a Busch Gardens (Tampa) e sul posto in siti di tutto il mondo. Reenstra è stata anche la padrona di casadella Animal Planet reality serie e programma di viaggio la signora avventura che era un programma basato sulla personalità dove ha viaggiato per il mondo a confronto del comportamento animale e umano. Reenstra è anche nota per aver ospitato Designed to Sell ( squadra di Atlanta ), trasmessa nel 2010 per HGTV . Reenstra ha recentemente ricevuto 3 premi Telly e 4 premi di scelta dei genitori.

RachelandLouisLO_RES

Il Dottor Enrico Melson si può vedere anche in questo video del canale Youtube della Reenstra, dove viene intervistato:

Clamoroso precedente. Tribunale inglese, sentenza: “5G pericoloso, lecito parlarne!”

Mark Steele attivista Stop 5G racconta la sua storia

L’accusa, reato d’opinione e falso ideologico. La sentenza: “Il 5G non è sicuro per l’umanità, l’opinione pubblica va informata, è lecito parlarne!”

Primo caso al mondo, la sentenza crea un clamoroso precedente, imbarazzante per il grande business del wireless di quinta generazione.

La divulgazione rassicurante e ‘intelligente’ del 5G, attivo sul territorio italiano dal 2019 ma già partito in Inghilterra, subisce una severa condanna dai giudici britannici.

È accaduto l’11 Ottobre 2018 nel Tribunale della Contea di Newcastle, sponda meridionale del fiume Tyne, dove l’attivista ‘Stop 5G’ Mark Steele (57 anni, ingegnere inventore, esperto di sistemi di sicurezza a radiofrequenze) l’ha spuntata in sede civile contro il Consiglio del Comune di Gateshead (tra le città pilota della fase sperimentale, ha installato lampioni LED con mini-antenne a microonde millimetriche puntate sull’inerme popolazione che ora lamenta l’insorgenza di anomali stati di malessere) e la diffidenza iniziale degli stessi togati che, alla fine, non hanno potuto non dargli ragione.

Fuori dall’aula, tra gli applausi per lo stoico battagliero Mark, un pugno di militanti in difesa della salute pubblica, striscione in mano con teschio e feticci da residuo bellico.

Elmetto in testa, siamo come in guerra: “Volevano imbavagliarmi, impedirmi di parlare dei pericoli del 5G. Dicevano che stavo inventando tutto, che le mie teorie fossero frutto di pseudo scienza. Mi accusavano di aizzare la gente, generando allarme infondato, psicosi collettiva. Non è vero”.

Mark Steele ha la meglio in tribunale

Alla fine Steele ha avuto la meglio, depositati in aula gli aggiornamenti scientifico-sanitari delle ricerche più accreditate sugli effetti biologici dell’elettrosmog, le stesse che l’Organizzazione Mondiale della Sanità potrebbe valutare nel 2019 rivedendo la classificazione sulla cancerogenesi da campi elettromagnetici, da possibili a probabili, se addirittura certi.

SmallCell1

È muro contro muro: “Ho parlato ai giudici delle ricerca americana del National Toxicology Program, dell’Istituto Ramazzini italiano, appellandomi al Principio di Precauzione sancito dall’Unione Europea. Il giudice non era d’accordo con l’accusa, affermando che sono legalmente qualificato alla difesa e che la scienza in mio possesso è legalmente accettata.”

Contrari gli amministratori della sua municipalità che, tentando di smontare l’assioma ‘il 5G non è sicuro’, avevano tuonato in giudizio puntando sull’inevitabile avanzata tecnologica:

“Siamo consapevoli del fatto che certe persone spaventano la popolazione con false storie sui lampioni a Gateshead, nonostante il fatto che noi e altri abbiamo ripetutamente affermato che le loro accuse sono completamente false. I lampioni LED non provocheranno aborti nelle donne incinte e non causeranno insonnia o sanguinamenti dal naso e non uccideranno uccelli e insetti. Il Comune di Gateshead non sta conducendo prove segrete sulla tecnologia 5G attraverso i lampioni LED. Sostenere le nuove tecnologie come il 5G è fondamentale per continuare a costruire l’infrastruttura digitale, portando a una crescita economica a lungo termine per la collettività”.

Sicuro di sé, colpo su colpo, Mark Steele ha però vinto l’insolita vicenda processuale, finita nelle cronache dei tabloid inglesi:

“Ci sono prove sufficienti per concludere che i nuovi array 5G intelligenti messi sulla parte superiore dei nuovi lampioni a LED emettono frequenze di radiazione cancerogene di Classe 1, ovvero certezza cancro e dovrebbero essere considerati un pericolo pubblico”.

Intervista a Mark Steele

Ecco la voce del protagonista, in esclusiva assoluta per il pubblico italiano: Mark Steele, cosa hai detto in tribunale per convincere i giudici a darti ragione?

“Che le radiofrequenze del 5G aumentano il rischio cancro, stress cellulare, aumentano la produzione di dannosi radicali liberi, provocando danni genetici, cambiamenti strutturali e funzionali del sistema riproduttivo, deficit di apprendimento e memoria, disturbi neurologici e impatti negativi sul benessere generale negli esseri umani. Ho vinto la causa e nella sentenza pronunciata dai giudici c’è scritto: la popolazione irradiata ha il diritto di sapere”.

Come è nato il tuo attivismo anti-5G? “Dalle rete, prima un blog, poi la comunicazione alla gente, un sito Web, così mi sono ritrovato in tribunale, denunciato dagli amministratori della mia città. Il Comune aveva deliberatamente inviato a casa mia una delegazione poco amichevole per crearmi problemi, in modo che potessero farmi arrestare dalla polizia e mettermi a tacere.”

Cioè? “Mi hanno accusato di violenza privata. Mi ritrovo imputato in un altro processo, un procedimento penale. Il 23 Ottobre 2018 c’è stata la prima sentenza, sono stato condannato ma mi difenderò in appello, sto studiando la mia difesa. Ho subito un giorno di detenzione, rischio fino a 6 mesi di carcere e la multa di 500 sterline. Ma l’importante è che abbia vinto la causa civile: il pericolo 5G è fondato, la gente deve sapere. In Inghilterra la mia vicenda ha avuto un’eco mediatico considerevole, questo è quello che conta”.

L’arresto

Fammi capire meglio la storia dell’arresto: cosa è successo? “Delegati del Comune sono venuti nella mia abitazione, non per conciliare ma col solo scopo di inventare un pretesto, una storia fasulla contro di me, per crearmi problemi di carattere penale. Hanno chiamato la polizia per farmi arrestare. Sono stato arrestato il giorno successivo, rilasciato e poi processato. E’ stata una diabolica messa in scena, una strategia messa in piedi per zittirmi, per cercare di spaventarmi e intimidirmi. Stanno ancora provando a farlo, ma falliscono perché io lotto democraticamente solo sul fronte della divulgazione per una corretta informazione sulla precauzione socio-sanitaria.”

Cosa pensi del 5G, secondo te cos’è davvero? Perché sostieni non sia sicuro per la salute pubblica?

“Il 5G è tecnicamente un allineamento di fase per l’acquisizione di bersagli con la capacità di essere una vera e propria arma. Non andrebbe usato sugli umani. Il segnale è una frequenza militare, i governi stanno lanciando un sistema d’arma non un sistema di telecomunicazioni come vogliono farci credere. Ritengo che il 5G non sia legale. È giunto il momento che la gente sappia e opponga resistenza.”

Malessere dei cittadini

Nella causa civile che hai vinto, racconti di casi anomali di malessere e nuove malattie insorte in Inghilterra da quando è operativo il 5G. E così?

“Sì, è vero. I primi ad essere colpiti sono stati purtroppo i bambini. Nella mia zona ci sono numerosi casi di minori esposti alle nuove irradiazioni che improvvisamente cominciano ad accusare emorragie nasali, perdite di sangue dal naso. Ho delle foto, eccole (me le mostra, NdR), foto che dimostrano quest’incresciosi episodi, bambini che improvvisamente sanguinano, me le mandano i loro genitori preoccupati, foto per le quali sono stato interrogato dalla polizia di Northumbria dopo averle postate sui social. E poi sono in considerevole aumento i casi di persone che accusano problemi a cuore e cervello. E la sperimentazione 5G è appena iniziata. Non sappiamo ancora cosa ci aspetta in futuro…”

Cosa pensi dei mass media? Del loro ruolo sulla corretta informazione sul 5G. Secondo te ci sono cose che vengono volutamente tenute nascoste? “La stampa sembra essere come imbavagliata. E’ ora di raccontare la verità”

Il pericolo del 5g ignorato dalla scienza

L’ultima domanda: cosa pensi di quella parte del mondo medico-scientifico che ignora il pericolo 5G?

“Che dovrebbe sempre applicare il Principio di Precauzione e quelli che lo negano, sono loro che dovrebbero andare in galera. Non io, da libero cittadino che combatto per un diritto legittimo come quello della difesa della vita in piena salute.”

Infine, l’ultima notizia: il rotocalco d’inchiesta Report (Rai Tre) di Milena Gabanelli, il 15 Novembre 2018 ha dedicato un servizio proprio sull’elettrosmog.

Per la prima volta, in prima serata, il pubblico italiano ha visto in Tv gli effetti altamente invalidanti dell’Elettrosensibilità, malattia tipica dell’Era Elettromagnetica a cui ho dedicato il mio ultimo libro, pagine inquirenti finite nelle mani del Ministro della Salute Giulia Grillo e di Papa Francesco.

Perché mentre il 5G è ormai alle porte, il possibile pericolo cancro pare solo la punta dell’iceberg. Come in Inghilterra, anche in Italia l’opinione pubblica dev’essere correttamente informata.

Di Maurizio Martucci

Articolo correlato :

https://koenig2099.wordpress.com/2019/02/26/26-000-scienziati-si-oppongono-al-lancio-del-5g/