Skip to content

PAPA FRANCESCO IMPLICA NEL DISCORSO DELLE NAZIONI UNITE CHE I NEGAZIONISTI DEL CAMBIAMENTO CLIMATICO SONO “PERVERTITI” CHE “METTONO IN PERICOLO L’UMANITÀ”

novembre 18, 2017

Pervertito lo sei te losco gesuita, dal momento che gestisci il business della pornografia mondiale e non solo, armi, immobiliare e “migranti” e ancora….

Nel suo messaggio, il Papa ha detto che il cambiamento climatico è “uno dei fenomeni più inquietanti che l’umanità sta affrontando”, mentre elogia l’accordo di Parigi sulla riduzione del biossido di carbonio come un accordo “storico”. Quattro atteggiamenti “perversi” che ostacolano la ricerca di soluzioni concrete al problema dei cambiamenti climatici “vanno dalla negazione del problema all’indifferenza, alla rassegnazione disinvolta o alla cieca fiducia nelle soluzioni tecniche”, ha affermato.

L’UMANITÀ STA VIVENDO UNA “EMERGENZA CLIMATICA”, HA DETTO PAPA FRANCESCO, MENTRE DENUNCIA LA NEGAZIONE DEI CAMBIAMENTI CLIMATICI INDOTTI DALL’UOMO COME UN ATTEGGIAMENTO PERVERSO CHE METTE IN PERICOLO TUTTI.

“Professandosi per essere saggi, diventarono degli sciocchi, … Chi cambiò la verità di Dio in menzogna, e adorò e servì la creatura più del Creatore, che è benedetto per sempre. Amen. ” Romani 1: 22,25 

Capito militare gesuita?  Se non basta spiegaci questa :

POPE FRA

NOTA DELL’EDITORE: La mitica “vergine benedetta” cattolica romana non ha nulla in comune con la Maria della Bibbia, e tutto ciò che è in comune con la “dea madre” che si trova nell’ISIS egiziano e nell’adorazione di Gaia. Ecco perché Papa Francesco è così coinvolto con gli imbroglioni del cambiamento climatico. Non è solo un’industria altamente redditizia da miliardi di dollari, è anche la religione della “madre” cattolica romana. 

“E non chiamare nessuno tuo padre sulla terra: perché uno è il tuo Padre, che è nei cieli”. Matteo 23: 9 (KJV)

“Abbiamo bisogno di una conversazione che ci unisca tutti, perché la sfida ambientale che stiamo vivendo e le sue radici umane colpiscono tutti noi”, ha detto Francis in una dichiarazione al vertice COP23 delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici che si terrà questa settimana a Bonn, in Germania.

Quattro atteggiamenti “perversi” che ostacolano la ricerca di soluzioni concrete al problema dei cambiamenti climatici “vanno dalla negazione del problema all’indifferenza, alla rassegnazione disinvolta o alla cieca fiducia nelle soluzioni tecniche”, ha affermato. (Da che pulpito!)

Questi atteggiamenti perversi, ha detto Francesco, “non aiutano certamente la ricerca onesta e il dialogo sincero e fruttuoso sulla costruzione del futuro del nostro pianeta: negazione, indifferenza, rassegnazione e fiducia in soluzioni inadeguate”.

Nel suo messaggio, il Papa ha detto che il cambiamento climatico è “uno dei fenomeni più inquietanti che l’umanità sta affrontando”, mentre elogia l’accordo di Parigi sulla riduzione del biossido di carbonio come un accordo “storico”.

L’accordo, ha affermato, “indica un chiaro percorso di transizione verso un modello di sviluppo economico a basso o zero consumo di carbonio, incoraggiando la solidarietà e sfruttando gli stretti legami tra la lotta contro il cambiamento climatico e quella contro la povertà”. (Allora perchè non usiamo idrogeno o corrente? Diccelo su!)

Questa transizione è stata ulteriormente stimolata dall’attuale “emergenza climatica”, che richiede un maggiore impegno da parte delle nazioni del mondo, ha affermato. Il Papa ha incoraggiato i presenti a Bonn, descrivendo il procedimento come una “fase importante dell’accordo di Parigi”.

“In tale processo è necessario mantenere alta la volontà di cooperare”, ha affermato.

Mentre le soluzioni tecniche al problema dei cambiamenti climatici sono necessarie, ha affermato il Papa, esse sono “non sufficienti” senza prendere in considerazione “gli aspetti etici e sociali e gli impatti del nuovo paradigma dello sviluppo”.

IL PAPA HA DETTO AI PARTECIPANTI DI AVERE “UNA SERIA RESPONSABILITÀ DI AGIRE SENZA INDUGIO, NEL MODO PIÙ LIBERO POSSIBILE IN RELAZIONE ALLE PRESSIONI POLITICHE ED ECONOMICHE, SUPERANDO PARTICOLARI INTERESSI E COMPORTAMENTI”. (Che falso)

Il Papa ha concluso il suo messaggio esprimendo la sua speranza che i membri della conferenza “consolidino la volontà di adottare decisioni veramente efficaci per combattere il fenomeno dei cambiamenti climatici”.

Lo scorso giugno, il presidente Trump ha annunciato il ritiro degli Stati Uniti dall’Accordo sul clima di Parigi, affermando che ha gravemente svantaggiato i lavoratori americani.

“Questo accordo riguarda meno il clima e più altri paesi ottengono un vantaggio finanziario rispetto agli Stati Uniti”, ha affermato.

Non molto tempo dopo, il Consiglio Ecumenico delle Chiese (CEC) ha censurato il Presidente per la sua decisione, affermando che la mossa “ha gravi conseguenze per gli impoveriti e vulnerabili, per i bambini dei nostri figli e per l’intero pianeta, mettendo a rischio l’accesso delle persone a acqua pulita, cibo, riparo e mezzi di sussistenza sicuri, e minare gli sforzi per la sostenibilità ambientale e per la pace “. (Allora digli alla Nestlè come mai è proprietaria di quasi tutta l’ acqua del Mondo)

Nel valutare le reazioni alla decisione del Presidente , l’editorialista del Washington Post Charles Krauthammer ha detto che la risposta isterica ha mostrato che era diventata “una questione di credenza quasi religiosa” a sinistra, mentre la Repubblicana di minoranza Nancy Pelosi (D-CA), ha detto che La decisione di Trump era un “disonore” a Dio . (Che massa di servi)

Il mese scorso, la prestigiosa rivista Lancet ha rivelato che le malattie legate all’inquinamento erano responsabili di circa 9 milioni di morti premature nel 2015, circa 15 volte di più rispetto a tutte le guerre e ad altre forme di violenza combinate.

Mentre fino ad oggi non c’è stato un solo caso documentato di una persona uccisa dal “riscaldamento globale” di anidride carbonica, il vero inquinamento dell’aria, dell’acqua e della terra sta uccidendo una media di 25.000 persone ogni giorno in tutto il mondo.

L’inquinamento non è solo la più grande causa ambientale di malattia e morte prematura nel mondo oggi, lo studio nella rivista britannica ha trovato, ma le malattie causate dall’inquinamento sono responsabili di circa il 16% di tutti i decessi nel mondo – “tre volte più morti di dall’AIDS, dalla tubercolosi e dalla malaria combinati e 15 volte più che da tutte le guerre e altre forme di violenza “. (CAPITO?)

Nonostante l’immensa devastazione causata dall’inquinamento, i potenti del mondo sembrano determinati a ignorarlo a favore di una crociata guidata ideologicamente contro il “riscaldamento globale”. (Menzogne per gonzi)

“Nonostante i suoi effetti sostanziali sulla salute umana, l’economia e l’ambiente, l’inquinamento è stato trascurato, specialmente nei paesi a basso reddito e a medio reddito, e gli effetti sulla salute dell’inquinamento sono sottostimati nei calcoli dell’onere globale della malattia “, Ha dichiarato il Lancet.

Questo danno alla salute causato dall’inquinamento “è stato particolarmente trascurato sia nello sviluppo internazionale che nelle agende mondiali sulla salute”, ha dichiarato il rapporto. Mentre l’Accordo sul clima di Parigi si occupa a lungo della riduzione delle emissioni di gas serra, non menziona mai una volta il termine “inquinamento” in tutto il documento di 27 pagine. fonte

http://www.nowtheendbegins.com/pope-francis-implies-speech-climate-change-deniers-perverts-endanger-humanity/

Ed esiste gente che crede ancora alle parole (menzogne) di costui.

 

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: